Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaSanità › «Oncologico e Microcitemico caos al Brotzu»
S.A. 5 gennaio 2016
Paolo Truzzu, consigliere regionale di Fdi-An chiama in causa il sindaco Massimo Zedda, dopo gli episodi di disorganizzazione avvenuti di recente nei tre ospedali cagliaritani
«Oncologico e Microcitemico caos al Brotzu»


CAGLIARI - «Che caos l’accorpamento di Oncologico, Microcitemico e Brotzu, perché il sindaco di Cagliari resta in silenzio davanti allo sfascio della sanità in città?». Se lo chiede Paolo Truzzu, Consigliere regionale di Fdi-An, dopo gli episodi di disorganizzazione avvenuti di recente nei tre ospedali interessati. «Si sarebbe dovuto creare un super-polo sanitario pubblico, accorpando alcune delle principali eccellenze sarde, ma fretta e pressapochismo hanno determinato la distruzione di quanto di buono esisteva, con il rischio di far fallire per sempre una buona proposta e non si capisce in nome di quali interessi», accusa Truzzu.

«Mentre a Sassari in questi giorni, sotto la supervisione degli ex manager, è nata una mega struttura sanitaria d’eccellenza dalla fusione di diversi ospedali, nel Capoluogo abbiamo una situazione di totale confusione, dovuta all'assenza di una figura di prestigio e autorevole, capace di guidare questo processo di accorpamento. La logica conseguenza - aggiunge - è un clima di sfiducia e sconforto tra gli operatori, e gravi disagi all’utenza come testimoniano anche le recenti prese di posizione del direttore sanitario» prosegue l'esponente di FdI.

E conclude: «a Cagliari abbiamo trasformato tre strutture funzionanti in un mega polo caotico, con problematiche da ospedale di ultima categoria. Stupisce che un'operazione di tale portata avvenga nel silenzio e nell'indifferenza degli operatori istituzionali, che hanno sottovalutato la portata dell'operazione o hanno fatto finta di non capire. Che fine ha fatto la sinistra cagliaritana? Dove è il sindaco Zedda? Perché si assiste passivi allo scempio di quello che sarebbe potuto essere il fiore all’occhiello della sanità pubblica sarda?”, si chiede, infine, il consigliere d’opposizione».
Commenti
19/10/2017
«Per l´Aou è un momento storico, adesso al lavoro per dare organizzazione, mission e vision a questa grande azienda», dichiara il direttore generale Antonio D´Urso
9:37
L´Aou di Sassari avvia due progetti sperimentali per sensibilizzare gli operatori sanitari e migliorare la sicurezza in ospedale. Nei reparti osservatori esterni per monitorare il lavaggio mani, l´indicazione di positività a microrganismi alert nelle lettere di dimissioni e trasferimenti del paziente, la sorveglianza della profilassi antibiotica perioperatoria e l´apertura delle porte in sala operatoria
23:00
Con la nuova rete ospedaliera che andrà alla votazione finale martedì prossimo, vincono tutti. Dopo le conquiste di Alghero-Ozieri (che ottiene il Primo livello), sorride anche La Maddalena
10:47
“Richiesta urgente di riapertura confronto contrattuale Ats–Assl Sassari–sindacati” è l´input del documento sulla situazione dei lavoratori dell´Assl Sassari firmato dal segretario aziendale Nursing Up Davide Ruzzu ed inviato ai direttori generali di Assl ed Ats, ai direttori amministrativi e sanitari dell´Ats e, per conoscenza, all´assessore regionale alla Sanità ed ai sindaci di Alghero ed Ozieri
18/10/2017
Trentatre nuovi posti auto a disposizione degli utenti sono stati realizzati nel sottopiano dell´ospedale di Sassari aperto al pubblico già da ieri mattina
23:09
Con la nuova rete ospedaliera che andrà alla votazione finale martedì prossimo, vincono tutti. Dopo le conquiste di Alghero-Ozieri (che ottiene il Primo livello) e La Maddalena, sorridono anche Lanusei e Nuoro
18/10/2017
Il Comune partecipa all´indagine che coinvolge numerose scuole superiori a livello nazionale. Le informazioni saranno raccolte fino a novembre attraverso la compilazione di un questionario on-line da parte di un campione di circa 15mila studenti in tutta Italia, tra cui anche quelli sassaresi. Una sintesi dei risultati dello studio sarà pubblicata nel sito internet dell’Istituto superiore di Sanità
© 2000-2017 Mediatica sas