Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaAmministrazione › Cagliari si candida Città dello Sport 2017
S.A. 23 gennaio 2016
Il sopralluogo della commissione con sede a Bruxelles Aces Europe, che ogni anno assegna il titolo, è previsto per aprile, mentre entro settembre, massimo ottobre, si verrà a conoscenza di esiti e graduatorie
Cagliari si candida Città dello Sport 2017


CAGLIARI - Cagliari Città dello Sport 2017. La candidatura è stata presentata oggi dal sindaco Massimo Zedda con l'assessore dello Sport, Yuri Marcialis, e curata dall'agenzia cagliaritana "Addv-dmcs". Il sopralluogo della commissione con sede a Bruxelles Aces Europe, che ogni anno assegna il titolo, è previsto per aprile; mentre entro settembre, massimo ottobre, si verrà a conoscenza di esiti e graduatorie. Nella predisposizione del dossier di candidatura un riguardo particolare sarà riservato per gli sport di base e, in misura minore, per gli agonistici. Fondamentali saranno, da una parte, il lavoro svolto sinora grazie ai sei milioni di euro utilizzati dal 2012 per ristrutturare tutti gli impianti sportivi della città, e i progetti legati allo stadio di Sant'Elia.

Tutto era iniziato il 10 dicembre scorso quando, nella Sala Ex Giunta del Municipio cagliaritano, era stata ufficializzata, alla presenza del presidente di ACES Europa Gian Francesco Lupattelli, la candidatura a Città Europea dello Sport per il 2017. Ora il percorso deve procedere spedito perché, come ha spiegato l'Assessore allo Sport del Comune di Cagliari, Yuri Marcialis, i tempi sono ristretti. «Entro marzo – ha confermato Marcialis davanti alla stampa – dobbiamo inviare il dossier di candidatura e ad aprile la Commissione di Aces Europa, organismo accreditato dalla Commissione Europea per la certificazione delle candidature, formata da cinque componenti, di cui uno solo italiano, procederà con il sopralluogo». Gli esiti si faranno attendere perché prima dell'autunno non si conoscerà il nome, o i nomi visto che la Città Europea dello Sport può essere anche più di una, ma a Cagliari c'è un grande ottimismo.

«Il nostro obiettivo – ha proseguito l'Assessore allo Sport – non è quello di battere gli altri ma di superare noi stessi raggiungendo il punteggio che la Commissione ha fissato come minimo per avere il titolo». «Ci interessa che la Commissione – ha aggiunto Massimo Zedda – dopo aver lasciato la Sardegna continui a parlare di noi individuando nella nostra città un luogo in cui si può fare sport e non solo. Non è il più grande impianto sportivo al mondo che ti fa ottenere il titolo, ma il coinvolgimento di tutta la popolazione alla pratica sportiva». «Il coinvolgimento dei cittadini – ha confermato Marcialis – è fondamentale nell'attribuzione dei punteggi, così come lo sport di base e lo sport svolto come integratore sociale. Certo, anche l'aspetto agonistico avrà la sua importanza ma in questo caso minore rispetto agli altri requisiti. Il nostro intento è favorire e sensibilizzare perché si svolga lo sport all'aria aperta».
Commenti
25/7/2016
Scadono il primo agosto i termini per presentare le domande per ottenere i contributi comunali per il canone di locazione ad Oristano
22:16
Mercoledì mattina, riunioni per la Seconda Commissione Bilancio e per la Prima Commissione Affari generali, che si ritroverà nuovamente venerdì
16:04
La Fondazione che ad Alghero si occupa di promozione turistica e gestisce i musei e gli eventi culturali ha il nuovo consiglio di amministrazione
© 2000-2016 Mediatica sas