Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariAmbienteSicurezza › I tedeschi lasciano Decimomannu. Salta l´accordo su gestione a metà
S.A. 25 gennaio 2016
Dopo i Canadesi, gli Statunitensi, gli Inglesi, ora abbandonano lo scalo, utilizzato per i cicli addestrativi dei piloti, anche i Tedeschi ripartiranno verso la Germania dopo 57 anni trascorsi nella base
I tedeschi lasciano Decimomannu
Salta l´accordo su gestione a metà


DECIMOMANNU - L'aviazione militare della Germania, la Luftwaffe, lascerà la base aerea di Decimomannu entro l'anno, se non vi saranno accordi politici dell'ultimo momento. Dopo i Canadesi, gli Statunitensi, gli Inglesi, ora abbandonano lo scalo, utilizzato per i cicli addestrativi dei piloti, anche i Tedeschi ripartiranno verso la Germania dopo 57 anni. E' stato in bilico negli ultimi mesi l'accordo tecnico tra la Lutwaffe tedesca e l'Aeronautica Militare Italiana sulla gestione al 50% dell'aeroporto militare e del poligono di Capo Frasca a causa del prolungamento del periodo di chiusura del poligono.

Oggi la struttura viene mantenuta economicamente con la suddivisione al 50% delle spese fra Ami e Luftwaffe che nel settembre 2009 avevano rinnovato, alla presenza degli allora sottosegretari della Difesa italiano, Giuseppe Cossiga, e tedesco, Rudiger Wolf, l'accordo che estendeva per tre anni la collaborazione fra i Paesi. Una intesa internazionale rinnovata ai più alti livelli nel febbraio 2013, per l'utilizzo delle strutture del Reparto sperimentale e di standardizzazione al tiro aereo (Rsst).

Ora l'accordo è arrivato al capolinea con i conseguenti problemi di gestione economica, che ricadranno totalmente sull'Italia, e di contrazione di personale. Una situazione che si era già vissuta, ma non così pesantemente, nel 1998 quando rimasero sulla base solo Ami e Luftwaffe dopo l'abbandono della Gran Bretagna, con la Royal Air Force (Raf), in Sardegna da 26 anni. Allora la ripartizione delle spese era al 45% a carico della Luftwaffe, 25% per la Raf mentre e 30% per l'Ami.
Commenti
11:49
Questa mattina, ignoti hanno tentato l´assalto ad un furgone portavalori nella zona di Suni. Pronto l´intervento delle Forze dell´ordine
15:00
«Dolore e solidarietà, la Sardegna è pronta a mobilitarsi», ha dichiarato il presidente Francesco Pigliaru. «Protezione Civile operativa con colonna mobile in caso di chiamata», ha annunciato l´assessore regionale Donatella Spano
9:00
A Palau proficuo l´incontro tra i due rappresentanti istituzionali in occasione del ritorno della Brigata Sassari dalla missione in Libano
22/8/2016
Soccorso ai bagnanti ed alle imbarcazioni, security portuale e gestione del traffico passeggeri e merci, attività di controllo sul demanio marittimo. Anche lo scorso week-end è stato particolarmente intenso per le donne e per gli uomini della Guardia Costiera di Olbia
© 2000-2016 Mediatica sas