Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaElezioni › «Salvini merda», assalto a Cagliari
Red 31 gennaio 2016
Fdi: «Non deve essere di casa a Cagliari la violenza. Dopo le scritte vandaliche, Amministrazione e Forze dell´ordine intervengano»
«Salvini merda», assalto a Cagliari


CAGLIARI - Gli esponenti di Fdi Truzzu e Deidda denunciano l'episodio avvenuto la notte scorsa in cui ignoti hanno scritto "Salvini Merda, Casteddu no ti bolit" con falce e martello nella serranda della sede Fdi di via temo. Chiedono, inoltre, una presa di posizione dell'amministrazione comunale affinché condanni simili azioni e un intervento deciso delle forze dell'ordine perché fermino sul nascere una deriva violenza di alcuni gruppi organizzati e ben riconoscibili che da tempo operano in città.

«Da tempo, inutilmente, stiamo denunciando un clima di violenza e intolleranza politica portata avanti dai soliti noti della sinistra antagonista. Purtroppo, pur chiedendo una condanna da parte del sindaco e dell'amministrazione comunale e un segnale di ritorno alla legalità da parte delle Autorità (Prefettura e Questura) l'escalation delle minacce e degli atti vandalici prosegue quotidianamente, rendendo la situazione nella nostra città delicata. Vorremmo, invece, sentirci tutelati dalle forze dell'ordine e da chi dovrebbe essere il sindaco di una città intera non solo di una parte» denunciano.

«Nei social network come nei muri della città appaiono sempre più numerosi gli slogan minacciosi contro le forze di opposizione. Nella recente manifestazione delle Sentinelle in piedi, nostri iscritti, sono stati circondati, scherniti e minacciati senza che nessuno intervenisse» ricordano Truzzu e Deidda. Come Fratelli d'Italia, domani, formalizzeremo una richiesta d'incontro al Questore di Cagliari, per denunciare questi episodi, sensibilizzarlo sul clima di piombo che si respira in città e chiedere risposte concrete.
Commenti
23/5/2016
Dobbiamo decidere che idea abbiamo della città. Questa Giunta ha rifatto qualche marciapiede al centro dimenticando le zone dove è più forte il disagio e adesso decide, senza il coinvolgimento dei cittadini, di farle diventare delle discariche
© 2000-2016 Mediatica sas