Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaSicurezza › Chiusura Decimomannu, incontro Pigliaru e sindaco
S.A. 4 febbraio 2016
Motivo della riunione, valutare e condividere la situazione attuale e le sue prospettive, in termini di criticità e opportunità, alla luce della notizia di disimpegno da parte dell’Aeronautica tedesca
Chiusura Decimomannu, incontro Pigliaru e sindaco


CAGLIARI - Il presidente della Regione Francesco Pigliaru ha incontrato mercoledì mattina gli amministratori di alcuni dei territori coinvolti nelle attività legate alla Base aerea di Decimomannu, ricevuti insieme alle rappresentanze sindacali. Motivo della riunione, valutare e condividere la situazione attuale e le sue prospettive, in termini di criticità e opportunità, alla luce della notizia di disimpegno da parte dell’Aeronautica tedesca. La base di Decimomannu impiega circa duemila persone tra civili, militari e indotto: 63 lavoratori civili dipendono direttamente dai tedeschi e rischiano il licenziamento.

«L’interlocuzione con il Governo nazionale sulla presenza militare in Sardegna è aperta e intensa - ha detto Francesco Pigliaru -. Per quanto riguarda la Base di Decimomannu, nella comunicazione fatta alle istituzioni locali il Comando tedesco ha illustrato motivazioni che nulla hanno a che fare con la condizione specifica della Sardegna. Ciò detto, rimane la nostra disponibilità a valutare eventuali richieste che arrivino dai tedeschi come dal Governo italiano, finalizzate al mantenimento della loro presenza. Valutazioni che faremo in intesa con le comunità interessate».

Il presidente della Regione ha ricordato le posizioni della sua Giunta approvate e votate nel luglio 2014 dal Consiglio regionale. «Ci siamo impegnati a perseguire il riequilibrio e il ridimensionamento della presenza militare in Sardegna, così come a lavorare per la riconversione dei poligoni nel segno della ricerca e dell’innovazione. La situazione di Decimo sottolinea la nostra posizione”, ha concluso Francesco Pigliaru. “Le Basi diventino occasione per catalizzare investimenti in ricerca, innovazione e tecnologie che, nate in ambito militare, possono essere sviluppate in senso duale, così da essere utili all’intera società».
Commenti
26/8/2016
Ieri sera, un 33enne lombardo si è perso nella zona tra Cala Fuile e Cala Luna, ma ha avuto la prontezza di segnalare la sua posizione con il gps. Pronto l´intervento dei Vigili del Fuoco di Nuoro
26/8/2016
Nella zona, verrà installato a spese del locale algherese un impianto di segnalazione luminosa a sbraccio con tabella bifacciale con il simbolo di “attraversamento pedonale” rafforzata da una barra luminosa a due semafori lampeggianti gialli che renderà molto più evidente le sottostanti strisce pedonali e l´area prossima alle stesse
26/8/2016
Poco dopo la mezzanotte, un barchino con a bordo dieci algerini è approdato sulla spiaggia di Porto Pino. A bordo, c´erano dieci algerini, subito trasferiti nel centro di accoglienza di Assemini
27/8/2016
Prima delle leggi ci vuole la responsabilita´, l´uso consapevole della libertà di ciascuno di noi. «Giovanni Falcone ce lo ha insegnato: la lotta alla mafia è una battaglia di legalità e di civiltà. Per combatterla non bastano le leggi se prima non le abbiamo scritte nelle nostre coscienze». E’ il messaggio chiaro e diretto lanciato ieri da don Luigi Ciotti per la prima volta all’Asinara
© 2000-2016 Mediatica sas