Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaSicurezza › Chiusura Decimomannu, incontro Pigliaru e sindaco
S.A. 4 febbraio 2016
Motivo della riunione, valutare e condividere la situazione attuale e le sue prospettive, in termini di criticità e opportunità, alla luce della notizia di disimpegno da parte dell’Aeronautica tedesca
Chiusura Decimomannu, incontro Pigliaru e sindaco


CAGLIARI - Il presidente della Regione Francesco Pigliaru ha incontrato mercoledì mattina gli amministratori di alcuni dei territori coinvolti nelle attività legate alla Base aerea di Decimomannu, ricevuti insieme alle rappresentanze sindacali. Motivo della riunione, valutare e condividere la situazione attuale e le sue prospettive, in termini di criticità e opportunità, alla luce della notizia di disimpegno da parte dell’Aeronautica tedesca. La base di Decimomannu impiega circa duemila persone tra civili, militari e indotto: 63 lavoratori civili dipendono direttamente dai tedeschi e rischiano il licenziamento.

«L’interlocuzione con il Governo nazionale sulla presenza militare in Sardegna è aperta e intensa - ha detto Francesco Pigliaru -. Per quanto riguarda la Base di Decimomannu, nella comunicazione fatta alle istituzioni locali il Comando tedesco ha illustrato motivazioni che nulla hanno a che fare con la condizione specifica della Sardegna. Ciò detto, rimane la nostra disponibilità a valutare eventuali richieste che arrivino dai tedeschi come dal Governo italiano, finalizzate al mantenimento della loro presenza. Valutazioni che faremo in intesa con le comunità interessate».

Il presidente della Regione ha ricordato le posizioni della sua Giunta approvate e votate nel luglio 2014 dal Consiglio regionale. «Ci siamo impegnati a perseguire il riequilibrio e il ridimensionamento della presenza militare in Sardegna, così come a lavorare per la riconversione dei poligoni nel segno della ricerca e dell’innovazione. La situazione di Decimo sottolinea la nostra posizione”, ha concluso Francesco Pigliaru. “Le Basi diventino occasione per catalizzare investimenti in ricerca, innovazione e tecnologie che, nate in ambito militare, possono essere sviluppate in senso duale, così da essere utili all’intera società».
Commenti
7:59
Resteranno per un periodo di sessanta giorni. Ad attenderli a Lampedusa i colleghi delle altre motovedette d´altura che costituiscono la 7/a Squadriglia Motovedette Guardia Costiera
30/5/2016
A promuovere un corso di "Educazione stradale e prevenzione" presso la scuola media Il Brunelleschi è il Rotary club international Porto Torres che si avvarrà della collaborazione di istruttori esperti come Paolo Pinna dell’Aci e del Corpo di Polizia locale
18:32
All´alba di sabato, la motovedetta di soccorso d’altura Cp273 della Capitaneria di Porto–Guardia Costiera di Olbia, al comando del primo maresciallo Emiliano Nicolai, ha mollato gli ormeggi per fare rotta verso sud e raggiungere Lampedusa dove, per i prossimi due mesi, garantirà l’attività di soccorso ai migranti
28/5/2016
Questa mattina, la Guardia Costiera e la sezione locale della Lega Navale Italiana hanno organizzato la manifestazione nel porticciolo oristanese
29/5/2016
Non approderà più domani pomeriggio a Porto Torres la nave con a bordo i quasi 600 migranti soccorsi nei giorni scorsi a largo delle coste libiche. Riunione operativa al Coc allla presenza dell’assessore dell´Igiene e Sanità Arru, dell’assessore con delega alla protezione civile Spano e del Prefetto di Sassari Giardina
30/5/2016
Giovedì e venerdì, anche la Riviera del Corallo ha ospitato la Giornata nazionale della sicurezza in mare, con la realizzazione di un progetto scolastico ad hoc
© 2000-2016 Mediatica sas