Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaCronaca › Detenuto malato torna nel carcere di Uta per scontare tre mesi
A.B. 10 febbraio 2016
L´associazione Socialismo Diritti Riforme lancia l´allarme in relazione alla situazione del 43enne cagliaritano Giambattista Carrusci, cardiopatico e diabetico, tornato nella struttura carceraria cagliaritana
Detenuto malato torna nel carcere di Uta per scontare tre mesi


CAGLIARI - «L’improvviso e inatteso ritorno in carcere di un detenuto, che aveva ottenuto gli arresti domiciliari per le gravi condizioni di salute certificate dai Medici dell’Istituto, ha destato sconcerto e sgomento nell’uomo ancora sofferente e nella sua famiglia. Recluso nella Casa Circondariale di Cagliari ha sospeso l’assunzione del cibo e dei farmaci per protesta». Lo afferma Maria Grazia Caligaris, presidente dell’associazione Socialismo Diritti Riforme, con riferimento al 43enne cagliaritano Giambattista Carrusci, cardiopatico e diabetico, tornato in carcere per scontare tre mesi di detenzione.

«L’uomo – sottolinea – era stato dichiarato incompatibile dai medici del carcere di Cagliari-Uta in quanto già infartuato due volte e con cinque stent coronarici. Aveva quindi ottenuto di continuare a scontare la pena residua di circa un anno ai domiciliari. Dopo sei mesi, tuttavia, sottoposto alla visita di verifica di routine da un perito del Tribunale di Sorveglianza, è risultato in migliori condizioni di salute ed è tornato dietro le sbarre. Lo sconcerto però nasce dal fatto che Carrusci non solo ha rispettato alla lettera le prescrizioni imposte dalle misure della pena attenuata, ma deve scontare soltanto novanta giorni. Restano inoltre immutati nella sostanza i problemi di salute in quanto, essendo un cardiopatico, nel corso dei mesi trascorsi a casa è stato accudito dalla compagna e ha ridotto il disagio della vita carceraria traendone giovamento».

«E’ giusto sottoporre a controllo semestrale chi fruisce delle pene alternative per motivi di salute – conclude la presidente di Sdr – tuttavia anche i periti dovrebbero forse tenere conto che le mutate condizioni ambientali e la vicinanza dei familiari di per sé favoriscono una ripresa del paziente-detenuto. Il buon senso sembra altresì suggerire che alcune patologie sono destinate a peggiorare nel breve periodo in ambienti, come il carcere, non idonei ad assistere persone ammalate. Carrusci, che ha accolto l’invito a sospendere la protesta, è un esempio emblematico di come talvolta una norma può essere assunta in automatismo generando maggiori problematiche di quelle che intenderebbe risolvere. In questo caso al detenuto, alla famiglia e agli operatori penitenziari».
Commenti
29/3/2017
Giovedì, all´uscita dalla scuola media Colombo, nel Quartiere del Sole, a Cagliari, un 14enne sarebbe stato malmenato da un coetaneo. Sabato, il padre ha denunciato il fatto
21:08
In un blitz in località Agumu, il Corpo forestale ha sequestrato gli immobili in costruzione, per una superficie di circa 120metri quadri ciascuno, a 500metri dal mare. Il 50enne proprietario dell´area è accusato di abuso edilizio e lottizzazione abusiva
8:34
La Guardia di Finanza di Cagliari ha scoperto un capannone sconosciuto al fisco adibito a deposito merci. Sequestrati quasi 210.000 prodotti con marcatura ce contraffatta. denunciate due persone
29/3/2017
Il fatto si è registrato nel pomeriggio di ieri. Il volontario ha riportato un taglio al braccio ed è stato trasportato in ospedale, ma non è grave. Dalle prime indiscrezioni, pare che il 69enne, ora in stato di fermo, non gradisse il trasferimento nelle vicinanze della sua abitazione dell´associazione di volontariato
28/3/2017
Barchino avvistato a diverse miglia sud di Capo Teulada un barchino con a bordo otto algerini diretto verso le coste sarde. Sono stati trasferiti in alcuni centri di accoglienza
28/3/2017
Al vertice parteciperà il presidente del Cagliati, Tommaso Giulini, assente ieri, per precedenti impegni, alla prima riunione convocata dalla prefetta Giuliana Perrotta dopo gli scontri di sabato a Sassari
27/3/2017
La Questura di Palermo ha vietato la vendita di biglietti per il settore ospiti per il match del 2 aprile prossimo in Sicilia. La decisione è stata presa dopo gli scontri avvenuti sabato scorso a Sassari
27/3/2017
Dopo gli scontri di sabato scorso a Sassari, è pronta una circolare da inviare a tutte le agenzie di autonoleggio affinché informino la questura sui viaggi previsti dalle tifoserie in trasferta
29/3/2017
Una fucilata è stata esplosa contro la casa di campagna del suocero del sindaco, Marcello Cannas, e solitamente utilizzata dalla moglie del primo cittadino
27/3/2017
La Procura di Sassari ha iscritto un terzo nome nel registro degli indagati nell´inchiesta sui furti di cocaina, dall´ufficio Corpi di reato del tribunale sassarese, che tre settimana fa ha portato a due arresti. La nuova indagata sarebbe la compagna di uno dei due
27/3/2017
Scontri a Sassari, Nicola Sanna: «La città vuole chiarezza» Il sindaco scrive al ministro dell´Interno Domenico Minniti.
28/3/2017
Il dirigente scolastico Antonio Fadda ieri ha aperto il consiglio d´istituto a Mamoiada a cui hanno partecipato le famiglie e la docente originaria di Oliena a cui è stata recapitata nei giorni scorsi una lettera con un messaggio minatorio e un proiettile
27/3/2017
Grave intimidazione nei confronti di un noto avvocato del foro di Sassari. Due buste con proiettili e miccia detonante sono arrivate al suo indirizzo nei giorni scorsi. Indagini dei carabinieri
© 2000-2017 Mediatica sas