Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCulturaCultura › Il Fai guarda al Mediterraneo
A.B. 10 febbraio 2016
Prenderà il via lunedì 15 febbraio a Cagliari, i ciclo di tavole rotonde intitolate Il Mediterraneo: ponte tra i popoli, promosso dalla Presidenza Regionale Fai e dalla Delegazione Fai di Cagliari
Il Fai guarda al Mediterraneo


CAGLIARI - Lunedì 15 febbraio, alle ore 16, nella Sala del Comando Marina Militare, a Cagliari, la Presidenza Regionale Fai e la Delegazione Fai di Cagliari promuovono il ciclo di tavole rotonde “Il mediterraneo: ponte tra i popoli”. L'evento, organizzato in collaborazione con la Comunità La Collina, l'Associazione Lamas, la rivista SardegnaSoprattutto, il Fai Giovani Cagliari, e patrocinata dal Comando Supporto Logistico Marina Militare di Cagliari, ha come fulcro il Mediterraneo, mare nostrum, da sempre ponte, ma negli ultimi decenni luogo di sofferenza e speranze infrante.

Secondo Mario Rino Me, che inaugurerà la serata con una breve lezione geopolitica, “vent’anni dopo le aspettative suscitate dal lancio del processo di Barcellona, le nubi si addensano sopra una vasta area che va dall’Africa occidentale, include la Libia e il Medio Oriente e si allunga fino al Corno d’Africa e fino all’Afghanistan, colpita da guerre frammentarie di instabilità regionale. Lungo il suo cammino, la Primavera araba si trasforma in un più ampio “risveglio arabo”, assumendo perciò connotazioni geopolitiche; in realtà, sembrerebbe che soltanto le divisioni settarie siano state risvegliate”.

Quali gli sviluppi recentissimi di tali dinamiche? Quali le reazioni dei molteplici mondi che si affacciano sul mare più piccolo e più antico? Come sommovimenti di milioni di persone incidono e incideranno sullo scenario internazionale e sulla quotidianità occidentale? I lavori tratteranno i riverberi locali di simili rivolgimenti, poiché la Sardegna è centrale geograficamente e politicamente. Inoltre, la crisi migratoria e l'accorciamento delle distanze non comportano esclusivamente la gestione (o il rifiuto) dei profughi; toccano tasti ben più profondi del sentire collettivo (culturali, economici e religiosi) e ci pongono di fronte a realtà nazionali che nel giro di un decennio hanno individuato nell'Isola un luogo di investimenti non solo nel campo turistico, divenendo protagonisti nel campo della sanità e delle infrastrutture. La partecipazione all'evento è libera e durante la serata sarà possibile iscriversi o rinnovare l'iscrizione al Fai.
Commenti
18:18
In programma per le vie del paese una suggestiva manifestazione con un figuranti, sbandieratori e un torneo di tiro con l´arco
28/7/2016
L’iniziativa prevista per sabato 30 luglio ravviverà la piazza della Renaredda a partire dalle ore 18 con l´intrattenimento musicale affidato al Gruppo Folk Santu Bainzu
© 2000-2016 Mediatica sas