Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaElezioni › Salvini a Cagliari: città blindata. Polizia ferma furgone: denunce
S.A. 11 febbraio 2016
Il corteo di un centinaio di membri del coordinamento antifascista cagliaritano e di altri movimenti di sinistra riunito da questa mattina davanti al palazzo della Regione in viale Trento a Cagliari
Salvini a Cagliari: città blindata
Polizia ferma furgone: denunce


CAGLIARI - "Quanto ti odio Salvini quanto ti odio", "Riprendiamoci la nostra città": è con questi cori che è cominciato il corteo di un centinaio di membri del coordinamento antifascista cagliaritano e di altri movimenti di sinistra riunito da questa mattina davanti al palazzo della Regione in viale Trento a Cagliari per manifestare contro l'arrivo del leader della Lega, Matteo Salvini. Il segretario è in città per inaugurare un circolo di "Noi con Salvini".

Poi in serata le tappe ad Alghero e Olbia [LEGGI]. La Polizia stamane ha fermato un furgone. Il mezzo è stato fermato e controllato in via Porcel a Cagliari.

Due persone verranno denunciate. Perquisendolo i poliziotti hanno trovato un bastone, fumogeni ed uno striscione rinforzato di quelli utilizzati per aggredire le forze dell'ordine. Il furgone ora si trova nella sede della Questura assieme ai due occupanti.
Commenti
26/2/2017
Giovanna Sanna al lavoro per la candidatura di Andrea Orlando alla segreteria del Partito Democratico
25/2/2017
L’iniziativa, battezzata dal sindaco Matteo Aledda, ha visto spettatori interessati i cittadini, l’assessore regionale della Pubblica istruzione Claudia Firino, parlamentari e consiglieri regionali, ma soprattutto amministratori e consiglieri comunali di tanti Comuni del territorio
25/2/2017
In Sardegna ci mettiamo a disposizione di tutte le anime che compongono il variegato arcipelago della sinistra per ricostruire un´area e un soggetto politico in grado di rimettere al centro una politica costruita dal basso e fondata sul lavoro inteso non solo come mero strumento di sopravvivenza, ma come strumento di dignità, crescita personale e felicità collettiva
© 2000-2017 Mediatica sas