Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaLavoro › 4mila presenze al Sardinian Job Day
Red 14 febbraio 2016
«Vedere tante ragazze e tanti ragazzi qui ci dice che c’è speranza, che la rassegnazione è sconfitta. Al Job Day si respirano energia, desiderio, entusiasmo». Così Francesco Pigliaru
4mila presenze al Sardinian Job Day


CAGLIARI - Fin dalle prime ore del mattino anche nella giornata conclusiva di sabato, grande partecipazione per il Sardinian Job Day dedicato al turismo. Giovani e meno giovani in fila per registrarsi ai colloqui, ai corsi e ai seminari che animano la manifestazione. Circa quattromila le presenze, con più di 2.300 colloqui effettuati nella due giorni (410 per tirocini, 1896 per rapporti di lavoro), oltre 1300 iscritti ai seminari e 800 ai laboratori.

In mattinata, nella sala Antonio Pasolini del Palazzo dei Congressi, si è tenuto il secondo momento di approfondimento dell’iniziativa, che ha visto confrontarsi sul Jobs Act e sui suoi effetti sul mercato del lavoro, il presidente della Regione Francesco Pigliaru e il sottosegretario al Lavoro Luigi Bobba. Tanti gli stimoli messi in campo dalla discussione (coordinata dal giuslavorista Romano Benini) che ha spaziato dai dati sul mercato del Lavoro, che negli ultimi trimestri sono incoraggianti per la Sardegna (“perché la disoccupazione cala e l’occupazione cresce”, ha detto Pigliaru) agli scenari – fatti di competenze, tecnologia e innovazione - a cui deve guardare la strategia economica della Regione; dai compiti di scuola e Università alle pesanti eredità del passato, tra cui l’eccessivo ricorso alle politiche passive e il carente investimento sul capitale umano degli espulsi dal mondo del lavoro.

«Vedere tante ragazze e tanti ragazzi qui ci dice che c’è speranza, che la rassegnazione è sconfitta. Al Job Day si respirano energia, desiderio, entusiasmo. Giornate come questa ci mostrano chiaramente che stiamo andando nella direzione giusta e che dobbiamo impegnarci ancora di più per organizzarne con maggior frequenza", ha detto il presidente Pigliaru, effettuando una lunga visita tra gli stand della manifestazione. «Mettere insieme domanda e offerta è fondamentale e l'incontro con le imprese è un passaggio importantissimo», ha proseguito Francesco Pigliaru.

«Non è detto che da ogni colloquio, oggi, si arrivi ad un posto di lavoro, ma intanto anche attraverso gli incontri e i seminari si impara ad orientarsi, si acquista sicurezza sulle proprie competenze, scoprendo punti di forza e di debolezza rispetto a ciò che concretamente richiede il mercato, così da investire su di sé in modo mirato. Questi giovani sono nativi digitali: sanno bene che il mondo è cambiato e continua a cambiare molto rapidamente, e che per essere competitivi bisogna stare al passo. Da parte nostra, li aiutiamo ad individuare in fretta la direzione e creiamo opportunità. Ma nello stesso tempo lavoriamo ogni giorno contro gli effetti della crisi nei nostri territori», ha concluso il Presidente della Regione.
Commenti
18:56
Rispondere al profluvio di comunicati imprecisi che arrivano dal centrodestra è un lavoro tanto noioso quanto inutile, ma quando tali comunicati finiscono per produrre informazioni errate e dannose per i cittadini non ci si può esimere dalla risposta
16/10/2017
Dura presa di posizione di Desirè Manca e Maurilio Murru in riferimento alla mancanza di comunicazione fra Sassari e Cagliari a discapito dei lavoratori: «Una pec della Regione Sardegna arriva al Comune di Sassari e nessuno la apre ma, soprattutto, nessuno si preoccupa del fatto che a Cagliari ad un tavolo di discussione così importante che affronta i temi del lavoro non c’è Sassari. Nessuno dice niente, nemmeno una telefonata. Ogni commento è superfluo, ma il fatto è grave, molto, e merita una spiegazione, subito»
16/10/2017
Sabato, i lavoratori della miniera di bauxite hanno raggiunto gli operai del Geoparco che occupano il tetto di San Nicola da cinque giorni. L´incontro fra i due presìdi di protesta unisce due vertenze fondamentali per il territorio
16/10/2017
Il direttore generale dell’Agenzia, Massimo Temussi precisa che «la riapertura del Centro per l’impiego a Porto Torres è l’ennesimo tassello nella riorganizzazione del sistema di politiche attive per il lavoro che l’Aspal ha intrapreso dalla sua nascita, con la legge 9 del maggio dello scorso anno, che ha racchiuso sotto una gestione unitaria, con la regia regionale dell’Agenzia, tutti gli uffici territoriali del lavoro»
© 2000-2017 Mediatica sas