Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariOpinioniPoliticaTunisia, non si confonda la democrazia con l'export
Salvatore Cicu 16 febbraio 2016
L'opinione di Salvatore Cicu
Tunisia, non si confonda la democrazia con l'export


Si ai processi di democratizzazione che sostengano la stabilità politica della Tunisia, no a qualsiasi provvedimento che rafforzi l'export tunisino a scapito delle economie locali dei nostri territori. Il voto che oggi si tiene in Commissione Inta non riguarda affatto, come qualcuno erroneamente dichiara, il sostegno all'olio tunisino, bensì il rafforzamento di una politica di affiancamento democratico da parte dell'Europa allo Stato tunisino.

Lo spettro del terrorismo è una piaga contro la quale abbiamo il dovere di essere vicini ad un alleato come la Tunisia. Questo, però, non può ne deve​portare ad una confusione sui provvedimenti in corso. Oggi si vota per un processo di stabilità politica, non per un intervento commerciale. Il 25 febbraio confermerò il mio no al Regolamento che regola l'export dell'olio tunisino, abbiamo il dovere di ribadirlo senza indugi: sostenere le difficoltà economiche della Tunisia non significa dover compromettere i flussi commerciali dell’olio prodotto in Italia.

Questo comporterebbe che i nostri mercati sarebbero invasi da un prodotto che causerebbe per ovvie ragioni il crollo del prezzo, e come conseguenza una pericolosa e ulteriore flessione di un settore già in profonda crisi. Di fronte ad una prospettiva come questa, abbiamo il dovere di negoziare equilibri diversi, ma soprattutto fare chiarezza: sì alla tutela delle nostre risorse, sì a politiche di compensazione e di incentivo verso un sistema europeo che crei vantaggio e slancio per le aziende esistenti, no a politiche commerciali di indebolimento per il sistema produttivo sardo.

* europarlamentare del Ppe
Commenti
21:01
Il sindaco di Santa Maria Coghina è stato eletto all´unanimità presidente dell´Unione dei Comuni dell´Anglona e della Bassa Valle del Coghinas. «Lavoreremo nel solco della continuità pronti ad affronTare le nuove sfide», ha dichiarato
28/9/2016
L´ex presidente della Regione Autonoma della Sardegna è stato condannato a due anni e sei mesi nel processo per il crac della Sept Italia, società specializzata nella produzione di vernici con sede a Cagliari fallita nel 2010. Nove anni di carcere ed interdizione perpetua dai pubblici uffici per il sindaco di Carloforte Marco Simeone
27/9/2016
Nicola Sanna presidente e Mario Bruno vice. Lunedì si è insediata l´assemblea della nuova realtà amministrativa
27/9/2016
Lo scrivono in una nota congiunta Psd´Az, Ncd e Patto Civico: «al cimitero pare non ci siano più loculi». E solo «ieri è arrivata in commissione con due anni di ritardo, la variante al PRG del cimitero»
© 2000-2016 Mediatica sas