Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariEconomiaEnogastronomia › A Cagliari, le Città dell´Olio
A.B. 17 febbraio 2016
Si è tenuta questa mattina, l´assemblea regionale delle Città dell´Olio, che ha visto la partecipazione dei rappresentanti di trenta Comuni isolani. «Tanta qualità, ma occorrono sinergia e iniziative coordinare», hanno commentato gli assessori regionali Falchi ed Erriu
A Cagliari, le Città dell´Olio


CAGLIARI - «Abbiamo una qualità di prodotto eccellente, ma siamo convinti che il comparto sardo possa crescere ancora. Per fare questo, occorre esaltare le potenzialità del settore sfruttando a pieno le opportunità di sviluppo offerte dagli strumenti regionali, a cominciare dal nuovo Programma di sviluppo rurale». Lo ha detto l’assessore regionale dell’Agricoltura Elisabetta Falchi, durante i lavori dell’assemblea regionale delle Città dell’Olio, che si è tenuta questa mattina (mercoledì) a Cagliari e che ha visto l’elezione del nuovo coordinatore regionale delle Città dell’Olio, il sindaco di Santadi Elia Sundas).

Di fronte ai rappresentanti dei trenta Comuni isolani che aderiscono all’omonima Associazione nazionale, Falchi ha poi precisato che «l’Assessorato lavora per spingere i comparti all'integrazione di filiera e in questo senso si apre una grande opportunità per il settore olivico per il quale risulteranno importantissimi i bandi destinati all’ammodernamento delle aziende e dei frantoi, alla certificazione e promozione del prodotto anche attraverso i progetti di filiera. Punteremo al miglioramento della qualità generale dell’olio per garantire i nostri consumatori, sempre molto attenti alle caratteristiche organolettiche di un prodotto tradizionale della nostra cucina e, nello stesso tempo, lavoreremo a stretto contatto con i territori attraverso Consorzi di Tutela, Associazioni di produttori, Comuni e Gal».

Alla giornata di lavori, ha partecipato anche l’assessore regionale degli Enti locali Cristiano Erriu. «Credo che non esista un prodotto che, più dell’oliva, sia legato ai territori della Sardegna – ha ricordato – La quantità del nostro prodotto non può essere pari a quella di altre realtà italiane, ma l’elevata qualità (pluripremiata in tanti concorsi anche in ambito internazionale) ci consente di guardare al futuro con fiducia. Occorre una produzione integrata che non può prescindere dalla cura del paesaggio e dell’ambiente circostante. La gestione unitaria richiede un intervento coordinato che veda protagonisti Regione e Comuni con politiche efficaci e mirate, senza perdere di vista le sinergie con gli altri Paesi del bacino mediterraneo. Nel sistema di riordino delle autonomie locali, le Unioni di Comuni avranno competenze in materia di promozione. La Regione sta creando i presupposti per uno sviluppo più armonico attraverso i fondi per la tutela dei paesaggi rurali, che si affiancano alle risorse del Psr e alle numerose iniziative avviate da anni in tutta l’Isola dagli enti locali e dai produttori olivicoli».
Commenti
12:56
La vittoria della seconda edizione, ospitata dalla pizzeria ristorante Bnn di Cabras e che ha visto la partecipazione di una cinquantina di pizzaioli, è andata a Marco Ledda (del Gambero Rosso di Bosa), seguito da Marco Porcu
© 2000-2016 Mediatica sas