Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariSpettacoloTeatro › Teatro: il Secolo a Cagliari
A.B. 25 febbraio 2016
Domenica, al Ridotto del Teatro Massimo, Compagnia B e Codice Ivan presenteranno il primo esperimento partecipativo
Teatro: il Secolo a Cagliari


CAGLIARI - “Secolo”, spettacolo sotto forma di evento partecipativo, che andrà in scena domenica 28 febbraio, con inizio alle ore 17, al Ridotto del Teatro Massimo di Cagliari, è il primissimo studio, risultato della prima di una triade di residenze, organizzate e promosse dalla “Compagnia B” di Cagliari, che vedranno Anna Destefanis e Leonardo Mazzi, membri del collettivo toscano di ricerca performativa “Codice Ivan”, impegnati tra Cagliari e Nuoro (giovedì 14 aprile, nel Centro Etico Sociale di Pratosardo) nella creazione dello spettacolo finale “Century”. Century debutterà la prima settimana di maggio (con data ancora da definire), al Teatro Massimo di Cagliari, affiancato da una mostra multimediale sul processo di creazione.

Il progetto totale “Secolo/Chent’annos/Century” nasce dal desiderio di creare, attraverso lo spettacolo dal vivo, un ponte tra l'opera pittorica e quella fotografica, tra il passato ed il presente. Prendendo spunto, da una selezione di opere pittoriche, ambientate in Sardegna, di alcuni dei più famosi pittori sardi del Diciannovesimo Secolo (tra cui Filippo Figari, Stanis Dessy, Mario Delitala e Ciusa Romagna), il progetto intende creare un ciclo di eventi performativi accomunati dalla capacità drammaturgica di produrre opere fotografiche e video che possano ritrarre, “fermare” in un immagine le trasformazioni culturali ed identitarie avvenute sul territorio e più in generale nel mondo negli ultimi cento anni. Il progetto s'inquadra nel settore dell’arte performativa partecipata, una corrente oggi in rapida ascesa nelle pratiche dello spettacolo dal vivo mitteleuropeo, per le capacità, intrinseche al proprio processo creativo, di rendere le comunità di riferimento partecipi al lavoro degli artisti ospitati e di creare rapporti con le comunità residenti.

Oltre ad essere attivamente coinvolto durante le performance, il pubblico potrà partecipare alla creazione dello spettacolo finale, prendendo parte ad incontri, prove aperte ed ai laboratori che saranno condotti dagli artisti ospiti, affiancati da un selezione di maestranze presenti sul territorio. I laboratori si attiveranno ad aprile a Nuoro, negli spazi del Cesp, e vedranno coinvolti il gruppo di sartoria Desacrè, il Fab Lab ed il gruppo Med di eco-design di Nuoro. Partecipare ai lab sarà un occasione unica (e gratuita) per poter assistere e prendere parte alla produzione di un evento teatrale e poterlo seguire in tutte le sue fasi: dalla scrittura drammaturgica, alla creazione degli oggetti scenici e performativi necessari alla sua realizzazione. A conclusione della chiusura del ciclo dei laboratori, giovedì 14 aprile, al Cesp di Nuoro, è previsto il secondo esperimento performativo: Chent'annos.

Secolo, la primissima tappa del progetto, sarà un occasione per assistere e partecipare alla creazione del primo quadro vivente (con posti limitati e prenotazione vivamente consigliata). La prima tappa di un esperimento sarà una performance ispirata all’antico gioco dei tableaux vivants. L’obbiettivo è quello di scattare una foto che immortali alcuni dei cambiamenti epocali avvenuti negli ultimi cento anni. Attraverso una sorta di improbabile quiz post-moderno, gli spettatori saranno attivamente coinvolti nel processo di creazione, diventando traduttori e traspositori dell’opera pittorica di alcuni dei più influenti pittori sardi del primo novecento e interpreti di una foto che rappresenti l’oggi. Il pubblico potrà decidere in che termini partecipare all’evento e decidere di stare a guardare o vestire il ruolo di protagonista ed essere ritratto all’interno della scena. Non è richiesta alcuna preparazione o capacità scenica.
Commenti
18:02
Domani sera, appuntamento al Teatro Massimo. Dall’omonimo libro di D.H.Lawrence, uno spettacolo che intreccia teatro, musica e video. Firma la regia Simeone Latini, con musiche originali di Fabio Furìa
23/9/2016
Protagonista assoluto degli eventi in programma sarà l´istrionico attore algherese, con gli spettacoli musicali ed interattivi della trilogia dedicata all’Opera Lirica, tratti dal ricco repertorio prodotto dalla Compagnia “ilfilodeldiscorso”
© 2000-2016 Mediatica sas