Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaPolitica › «Lai e Marrocu non mi preoccupano»
Red 13 marzo 2016
Nessun passo indietro per il segretario del Partito democratico nonostante le durissime accuse rivoltegli dai senatori sardi del Partito democratico
«Lai e Marrocu non mi preoccupano»


QUARTU - «Oggi sui giornali c'è traccia delle difficoltà del nostro dialogo interno: ho visto i suggerimenti "garbati" che mi danno Silvio Lai [LEGGI] e Siro Marrocu [LEGGI], ma vorrei dire; non preoccupiamoci più di tanto». Esordisce così il segretario Pd Renato Soru nel suo intervento conclusivo nel circolo del Pd a Quartu Sant''Elena, durante il dibattito in cui si è parlato della città metropolitana di Cagliari. Un Soru dunque, quello di oggi a Quartu, niente affatto intenzionato a fare il passo indietro che ieri con fermezza gli hanno chiesto i parlamentari Lai e Marroccu. «Sono tranquillo e questa discussione per me è terminata nella passata direzione: quello che avevo da dire l'ho già detto, ora sta agli altri...», il commento poi a margine del dibattito alla Dire.

«Non voglio nascondermi dietro un dito, è un dibattito vivo e acceso, che contiene dal mio punto di vista un'idea di partito diversa e un modo diverso con cui ciascuno deve vivere la propria vita all'interno del partito stesso - sottolinea poi nel suo intervento il segretario -. Direi anche un modo diverso di selezionare la classe dirigente e farla crescere - continua - e di rapportarsi con le tante responsabilità che un partito di governo si trova a dover affrontare. Vedremo gli esiti nelle prossime settimane e nei prossimi mesi: io sono tranquillo, il partito è vivo e continua a fare il suo lavoro».

Poi il messaggio diretto al Pd di Quartu, ma in realtà indirizzato a tutto il partito: «Non conosco bene le geografie quartesi e non so se oggi ci siamo tutti. Ma è ora di finirla con la cattiva abitudine che se organizza tizio, caio non si presenta, e viceversa: questa è la morte del partito, oggi qui c'è soltanto da discutere e arricchire il dibattito. Questo è l'unico modo in cui credo debba vivere un partito. Se non siamo capaci di superare questo, vuol dire che siamo degli incoscienti e dei cristalli di sale: questo è il passo avanti che suggerisco di fare al Partito democratico» conclude Soru come riportato dalla Dire.
Commenti
14/12/2017
«Come collettivo non possiamo che rilanciare l’appello di febbraio e chiedere all’Amministrazione comunale di prendere posizione, predisporre una delibera di Giunta che condizioni l’autorizzazione allo svolgimento di inziative pubbliche alla sottoscrizione di un codice etico di condotta che preveda l’adesione ai principi dell’antifascismo, antisessismo e antirazzismo», chiede il collettivo di recente formazione
12/12/2017
All’ordine del giorno l’elezione degli organi statutari locali del partito e, nella circostanza, la disamina della situazione politica algherese e le prospettive future in vista delle prossime scadenze elettorali. Tra gli ospiti, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin
© 2000-2017 Mediatica sas