Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariOpinioniPoliticaQuesta non è solidarietà. A rischio la sicurezza dei cittadini
Piergiorgio Massidda 25 marzo 2016
L'opinione di Piergiorgio Massidda
Questa non è solidarietà
A rischio la sicurezza dei cittadini


Ci vuole così tanto a capire che la Sardegna non è luogo idoneo ad accogliere migranti? Quello che è accaduto questa mattina deve indurci a una profonda riflessione. È evidente che manca una vera e propria filiera dell’accoglienza, in cui ognuno sa cosa deve fare e come farlo e soprattutto mancano le risorse umane ed economiche sufficienti ad affrontare il problema. Queste persone vengono abbandonate a se stesse rischiando di diventare facile preda della criminalità organizzata.

I 260 immigrati scaricati nel centro di Cagliari all’ex Motel Agip non vogliono essere identificati e ingrosseranno le fila delle centinaia di fantasmi arrivati nell’ultimo anno che già girano indisturbati per l'Isola; alla faccia dell'innalzamento del livello di sicurezza legato al terrorismo. Come pure i tre scafisti appena scagionati per insufficienza di prove. Questa non è ne accoglienza, ne solidarietà, in questa maniera si crea solo disordine, si favoriscono reazioni razziste, si alimentano le paure dei cittadini.

Non si aiutano certo disperati che arrivano dalla guerra e dalla fame. Crediamo sia abbastanza per avvalorare il fallimento delle operazioni di accoglienza. La realtà è un'altra cosa, non possiamo continuare a ricevere persone che non vogliono rimanere qui, in un’Isola che non gli permette di raggiungere il nord Europa. Non possiamo farlo in una situazione di grande fragilità del nostro tessuto economico e con l’impreparazione che si sta palesando questi giorni. Cosa deve succedere perché si ponga fine a una situazione che diventerà incontrollabile con le migliaia di arrivi previsti per i prossimi mesi?.
Commenti
10:36
E´ curioso come l´assessore del Movimento dei puri e onesti, quello per intenderci che indica come mafiosi e corrotti tutti gli altri schieramenti politici e inclini al clientelismo le loro amministrazioni, per quasi un ventennio abbia lucrato proprio da Giunte multipartitiche prima di candidarsi alla guida dell´assessorato ai Lavori Pubblici, Edilizia Privata e Urbanistica dell´Amministrazione pentastellata cittadina
10:17
Il colpo di scure è arrivato con la recente seduta del Consiglio dei Ministri che decreta la chiusura e l’accorpamento di quarantacinque enti camerali su 105 esistenti oggi sul territorio nazionale
© 2000-2016 Mediatica sas