Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariOpinioniPoliticaFirino strumentalizza Die de Sa Sardigna per immigrazione
Marcello Orrù 25 marzo 2016
L'opinione di Marcello Orrù
Firino strumentalizza Die de Sa Sardigna per immigrazione


L'ennesima iniziativa vergognosa e provocatoria dell'assessore regionale alla Cultura Claudia Firino. Ha deciso di dedicare “Sa die de sa Sardinia” ai migranti intitolandola “Terra de migrantes” azzardando l'inaccettabile parallelismo tra gli attuali migranti che arrivano in Sardegna dall'Africa e gli emigrati sardi che nel corso della storia hanno varcato il confine della Sardegna per lavorare e contribuire, con il sudore della fronte, alla crescita dei Paesi dove si trasferivano. A parte il fatto che avrebbe potuto utilizzare il termine sardo “emigraos”, anzichè quello di “migrantes”, ma la cosa più grave sono le parole stesse dell'assessore, che strumentalizza una festa del popolo sardo e della nostra terra per le sue ben note campagne a favore dell'immigrazione clandestina. E l'assessore lancia questa provocazione proprio oggi, che duecento migranti hanno creato disordine e caos, perchè rifiutano di farsi identificare. E' una vergogna. E' la prima e speriamo unica “assessore” alla Cultura della Regione Sardegna che verrà ricordata per aver valorizzato le teorie gender nelle scuole e l'immigrazione clandestina.

* consigliere regionale
Commenti
14:04
E’ assurdo che ogni decisione venga calata dall’alto, da Roma, lasciando poi alle comunità, alle Forze dell’ordine, ai volontari il compito di arrangiarsi di fronte ad un fenomeno di proporzioni gigantesche
25/6/2016
Dal Regno Unito, un sogno, un progetto della mia generazione e prima di Spinelli (e ancora prima di Churchill), che ha dato all’Europa 70 anni di pace, spazzato in una notte da un voto popolare. I vecchi hanno deciso il futuro dei giovani. Ci sarà da ricostruire. E da riflettere
25/6/2016
E´ stata costituita un´associazione, di cui fa parte integrante l´omonimo movimento identitario sardo non indipendentista e non italianista, che propone «un programma realizzabile»
© 2000-2016 Mediatica sas