Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaSanità › Nomina direttore Crt: interviene Truzzu
A.B. 26 marzo 2016
«La Regione assume un medico toscano per incarico che un sardo svolgeva gratis», denuncia il consigliere regionale di Fratelli d´Italia-Alleanza Nazionale Paolo Truzzu, dopo la decisione dell´assessore regionale alla Sanità Luigi Arru, di nominare Lorenzo D´Antonio nuovo cordinatore del Centro Regionale Trapianti
Nomina direttore Crt: interviene Truzzu


CAGLIARI - «Il nuovo coordinatore del Centro regionale Trapianti sarà un medico toscano, pagato con i nostri soldi, per ricoprire un incarico in passato svolto gratis da un sardo. Bell’esempio di contenimento della spesa sanitaria, assessore Arru». Questa l’accusa di Paolo Truzzu, consigliere regionale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, lanciata giovedì in Aula durante la seduta della massima assemblea sarda e che preannuncia una prossima interrogazione urgente per chiedere spiegazioni sulla vicenda.

L’esponente d’opposizione contesta la scelta dell’assessore regionale alla Sanità Luigi Arru di assegnare le funzioni di coordinatore del Centro regionale Trapianti a Lorenzo D’Antonio, dirigente medico del Centro regionale Allocazione Organi e Tessuti dell’Azienda ospedaliera universitaria Careggi di Firenze. «D’Antonio svolgerà l’incarico retribuito con un contratto di consulenza 15 septies al massimo del compenso - ricorda Truzzu - Nei cinque anni precedenti, nominato dall'allora assessore Antonello Liori, quel ruolo era ricoperto dal professor Carlo Carcassi che lo ha svolto gratuitamente per l’intero mandato».

«Come si fa chiedere sacrifici ai diversi operatori della sanità, a medici e pazienti e poi giustificare queste scelte illogiche e pesanti per le casse regionali? - si chiede il consigliere di FdI - Se manca l’esempio da parte dei vertici della sanità sarda nel contenimento della spesa e nella razionalità dell’uso dei fondi destinati al settore, qualsiasi ipotesi di controllo e di riforma seria e giusta va a farsi benedire. L’assessore Arru dia il buon esempio, che è la più alta forma di autorità, annullando la nomina del nuovo coordinatore - chiede, infine, Truzzu - Chiarisca quanto prima se non vi siano professionisti provenienti dalle strutture regionali da chiamare a ricoprire il ruolo, magari con la disponibilità di svolgere l’incarico se non gratuitamente, come nel recente passato, almeno con minor spesa per le casse sarde, rispetto all’oneroso contratto offerto al medico toscano».

Nella foto: l'assessore regionale Luigi Arru
Commenti
8:47
Il Comune partecipa all´indagine che coinvolge numerose scuole superiori a livello nazionale. Le informazioni saranno raccolte fino a novembre attraverso la compilazione di un questionario on-line da parte di un campione di circa 15mila studenti in tutta Italia, tra cui anche quelli sassaresi. Una sintesi dei risultati dello studio sarà pubblicata nel sito internet dell’Istituto superiore di Sanità
17/10/2017
L´istituzione del Presidio di Primo Livello per Alghero-Ozieri nel 2018, solo dopo la realizzazione della Rianimazione non piace al Forza Italia. Conferenza stampa di Sandro Farina con Marco Tedde
15/10/2017
Il circolo di Alghero di Sinistra Italiana prende atto che il Consiglio Regionale ha iniziato una interlocuzione con le comunità e con i cittadini sardi, recependo alcune proposte di modifica della rete ospedaliera. Di seguito la lettera aperta del Circolo Ribelle
© 2000-2017 Mediatica sas