Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariOpinioniPoliticaProtesta migranti inammissibile: rispedirli a casa loro
Marcello Orrù 26 marzo 2016
L'opinione di Marcello Orrù
Protesta migranti inammissibile: rispedirli a casa loro


E' inammissibile la protesta dei migranti inscenata ieri mattina a Cagliari e ancor più inaccettabile la motivazione. Queste persone rifiutano di farsi identificare e questo è gravissimo e non può essere accettato. Dopo i tragici fatti di Bruxelles avevo denunciato il pericolo che in Sardegna potessero infiltrarsi tra i migranti alcuni esponenti di cellule terroristiche.

La protesta di ieri è allarmante a questo proposito: perchè queste persone non vogliono farsi identificare? Cosa hanno da nascondere? Quali sono i loro obiettivi, dove vogliono andare e a che scopo? Scappano da guerre o vengono a innescare guerre? Stiamo arrivando ad una situazione molto grave e anche la nostra regione è sotto scacco di politiche sull'immigrazione profondamente sbagliate.

Una falsa idea di integrazione che produce e produrrà disastri. Queste persone vanno rispedite a casa, non gradiscono l'accoglienza e noi non gradiamo la loro presenza. E' ora di dire basta a questo buonismo ipocrita e peloso: la Sardegna non può permettersi questa arroganza e questa invasione che mette a rischio la sicurezza dei cittadini, dietrofront e a casa loro.

* consigliere regionale
Commenti
14/12/2017 video
Emiliano Piras sceglie il Centrodestra e stoppa gli alleati di Alghero: Con Forza Italia sempre più sulle posizioni di Matteo Salvini il rischio di derive estremiste può essere arginato solo dai moderati
14/12/2017
«Come collettivo non possiamo che rilanciare l’appello di febbraio e chiedere all’Amministrazione comunale di prendere posizione, predisporre una delibera di Giunta che condizioni l’autorizzazione allo svolgimento di inziative pubbliche alla sottoscrizione di un codice etico di condotta che preveda l’adesione ai principi dell’antifascismo, antisessismo e antirazzismo», chiede il collettivo di recente formazione
© 2000-2017 Mediatica sas