Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaElezioni › Piazza Matteotti: ecco la cartolina di Cagliari | Foto
S.A. 30 marzo 2016
La denuncia del candidato sindaco del centro-destra per Cagliari, Piergiorgio Massidda sul degrado di piazza Matteotti
Piazza Matteotti: ecco la cartolina di Cagliari | Foto


CAGLIARI - «Ecco cosa hanno visto stamattina i 4.000 crocieristi scesi dalla Costa Pacifica. Questo è lo spettacolo offerto dalla città di Cagliari in piazza Matteotti. Questo è stato per molti il primo impatto con la Sardegna. Dovremmo tutti vergognarci. Quella che dovrebbe essere la vetrina di Cagliari è diventata la cartolina del degrado della nostra città. Cartoni, sporcizia, coperte, lattine, disperati che dormono in mezzo a una piazza trasformata in latrina e dormitorio». La denuncia (con foto allegata) è del candidato sindaco del centro-destra per Cagliari, Piergiorgio Massidda. «E questa sarebbe la Capitale della Cultura? Sia ben chiaro i migranti e i disperati che affollano la piazza non sono i responsabili di questo degrado figlio, invece, dell’ipocrisia e della mediocrità della Giunta Zedda» incalza Massidda.

«L’ipocrisia di chi accoglie i migranti senza un piano di accoglienza, trattandoli senza dignità e rischiando di fornire manodopera alla criminalità cittadina. Di chi dimentica i poveri, il rispetto della sicurezza, delle regole e del decoro. La mediocrità di una Giunta che rischia di vanificare gli sforzi di chi sul mercato delle crociere - e non solo – ha investito tempo, risorse, capacità».

E conclude il candidato: «L’industria turistica non mondo non conosce crisi. Facciamola diventare importante anche in città. Danneggiarla, come già fatto con la perdita di Ryanair e i voli low cost, vuol dire perdere posti di lavoro, ricchezza, possibilità di aiutare chi è più debole. Quest’anno arriveranno a Cagliari dalle sole navi da crociera, oltre 300.000 nuovi turisti, facciamo in modo che si innamorino della nostra Terra, che scoprano una Cagliari bella e accogliente. Ripuliamo la città, facciamolo prima di tutto per noi e per chi sceglie Cagliari come destinazione turistica. Ma facciamolo in fretta. Questo non è tolleranza: si chiama lassismo, menefreghismo e rassegnazione. E fa male a tutti».
Commenti
© 2000-2016 Mediatica sas