Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziesardegnaPoliticaRegione › Finanziaria: è polemica Cappellacci-Paci
Red 11 gennaio 2017
«Cappello da asino per la Giunta. L´assessore si dimetta”, attacca il coordinatore regionale di Forza Italia. “Già provveduto a sanare la situazione», replica l´assessore regionale della Programmazione e del Bilancio
Finanziaria: è polemica Cappellacci-Paci


CAGLIARI - «Dopo l’impugnativa davanti alla Corte Costituzionale, l’assessore alla Programmazione aveva seraficamente sminuito l’episodio, parlando di tecnicismo che non cambia nulla». Così, il coordinatore regionale di Forza Italia Ugo Cappellacci commenta la sentenza della Corte Costituzionale sulla Finanziaria 2016.

«Ora non solo la Sardegna non ha la Finanziaria per il 2017, a causa dei ritardi della Giunta Regionale, ma vede travolta da una sentenza dei giudici costituzionali anche quella per il 2016. C'è il tanto per un bel cappello da asino per una Giunta che impartisce lezioni agli altri, ma colleziona figuracce: dall’accordo patacca al ritiro dei ricorsi promossi da noi, passando per la vicenda dei 700milioni l’anno scippati da Renzi, fino ai due maxi mutui con cui hanno indebitato i sardi pur di non pretendere da Renzi il maltolto. Con quale faccia l’assessore oggi verrà in Aula a chiedere l’autorizzazione all’esercizio provvisorio? Basta con i pasticci: si dimetta – ha concluso Cappellacci - e chieda scusa ai sardi per le sue azioni da dilettante allo sbaraglio».

Ma la replica dell’assessore regionale della Programmazione e del Bilancio Raffaele Paci non ha tardato ad arrivare. «Avevamo già provveduto a sanare la situazione per garantire l’equilibrio di bilancio della Finanziaria 2016 e dunque erano già venute meno tutte le ragioni del contendere. Purtroppo c'è stato un problema di allineamento dei tempi: la nostra legge di variazione di bilancio, che garantisce appunto la sanatoria dell'unico punto tecnico impugnato dal Governo, è stata promulgata il 5 dicembre, mentre la sentenza della Consulta, sebbene sia stata pubblicata oggi, è datata al 23 novembre scorso. Eravamo consapevoli sin dal primo momento che il rilievo era meramente tecnico, ci siamo impegnati a fare la correzione contabile, come poi abbiamo puntualmente fatto, e perciò non c’eravamo neanche costituiti in giudizio. Quindi, nella legge 32 del 2016 (la variazione di bilancio) è stata data integrale copertura al disavanzo tecnico di 31 milionicontestato dal Governo. È utile comunque ribadire che la Finanziaria del 2016 non viene in alcun modo messa in discussione nella sua sostanza», conclude Paci.

Nella foto: l'assessore regionale Raffaele Paci
Commenti
23/6/2017
L´assessore regionale degli Enti locali, nel suo intervento al convegno internazionale in corso di svolgimento nell´isola gallurese, ha auspicato una «collaborazione con l’Agenzia del Demanio per valorizzare i beni»
22/6/2017
Se vogliamo nuove infrastrutture e nuova qualità anche nella vitale materia dei Trasporti, dobbiamo cogliere ogni opportunità perché le ragioni della Sardegna siano ben presenti alle Istituzioni nazionali ed internazionali
22/6/2017
Si scontrano quotidianamente con la necessità di spostarsi e con la difficoltà di trovare un volo piuttosto che una nave che con prezzi ragionevoli consenta loro di attraversare il mare. Questo mare così bello e cristallino che fa della mia terra d´origine la prima in Italia nella classifica delle più belle spiagge della penisola, ha rappresentato da sempre un grande limite in termini di pari opportunità per i Sardi
22/6/2017
Il G7 è un evento planetario, che sia stato organizzato a Cagliari è già di per sé un risultato che offre alla città una risonanza internazionale. Ma l’ottimo lavoro di Pigliaru permette alla Sardegna, nell’intesa costruita insieme a Corsica e Baleari, di porre sul tavolo il tema dello svantaggio dell’insularità e pone le premesse per ridefinire tutta la conseguente politica europea sui trasporti
22/6/2017
Ieri mattina, è stata approvata in Consiglio regionale la mozione delle opposizioni (primo firmatario Luigi Crisponi dei Riformatori sardi) sul paventato accorpamento delle Camere di commercio
© 2000-2017 Mediatica sas