Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziesassariSpettacoloConcerti › Tour in Sardegna per Simona Molinari
Red 14 marzo 2017
Molinari in tournée nell´Isola sotto le insegne del Cedac con “Loving Ella”, un personalissimo omaggio alla First lady of song per un duplice appuntamento giovedì 23 marzo al Teatro Verdi di Sassari e venerdì 24 all´Auditorium del Conservatorio “G.P. da Palestrina” di Cagliari
Tour in Sardegna per Simona Molinari


SASSARI - Nel segno di Ella Fitzgerald, l'indimenticabile First lady of song, per un viaggio tra note ed emozioni con “Loving Ella”, il nuovo progetto musicale di Simona Molinari, raffinata ed eclettica interprete delle Blue Notes, nota al grande pubblico per la partecipazione al Festival di Sanremo (ed i duetti con Ornella Vanoni e Peter Cincotti), protagonista giovedì 23 marzo, al Teatro Verdi di Sassari, e venerdì 24, all'Auditorium del Conservatorio “G.P. da Palestrina” di Cagliari, sotto le insegne del Cedac–sezione Musica, nell'ambito del Circuito multidisciplinare dello spettacolo in Sardegna. I due spettacoli sono in programma alle ore 21 (biglietto intero 20euro, ridotto 15euro).

Un omaggio all'artista di Newport News, una delle più famose ed amate signore del Jazz, dalla voce straordinaria, potente e duttile, capace di spaziare tra i vari generi e stili, dal più puro swing al bebop, dal blues al samba, dal gospel al calypso, con un grande talento per l'improvvisazione, da inarrivabile virtuosa dello scat. La cantante partenopea, aquilana d'adozione, proporrà un'antologia dei brani più celebri, e racconterà alcuni dei momenti più significativi della vita di Lady Ella, un'esistenza tra luci e ombre, dagli inizi all'Apollo Theater di Harlem al sodalizio con Chick Webb, all'intensa e fortunata carriera da solista, le collaborazioni con Duke Ellington e Louis Armstrong, i meravigliosi “Songbooks” ed i Grammy Awards, agli anni della malattia, tra amori, fatidici incontri, luci della ribalta e grandi successi.

Sotto i riflettori, insieme a Simona Molinari, l'affiatato ensemble formato da Fabio Colella alla batteria, Fabrizio Pierleoni al contrabbasso, Gian Piero Lo Piccolo al sax ed al clarinetto, Claudio Filippini al pianoforte, per un itinerario tra parole e musica, per riscoprire la magia delle canzoni più conosciute, insieme ad altre più rare, del vasto repertorio di Ella Fitzgerald. Con qualche excursus tra singoli ed albums della vocalist campano-abruzzese. “Loving Ella” nasce come tributo ad una delle artiste che più hanno influenzato ed ispirato il percorso di Molinari: una delle più grandi cantanti della storia del jazz, dalla voce inconfondibile, che ha ammaliato le platee di tutto il mondo.

Il felice esordio con “Egocentrica” (cantato in duo con Ornella Vanoni a Sanremo per la sezione Proposte, e finalista al Premio Mogol) e l'omonimo album (che comprende anche il singolo “Nell'aria”) ha portato Simona Molinari, già protagonista del musical “Jekyll & Hyde” al fianco di Giò di Tonno, sulla ribalta nazionale. Poi la “Ninna Nanna” per L'Aquila ed il concerto “Amiche per l'Abruzzo”, tra musica e solidarietà per le popolazioni colpite dal terremoto, gli albums “Croce e Delizia” e “Tua” (con “In cerca di te”), la partecipazione al Festival di Sanremo nel 2013 con Peter Cincotti ed il disco “Dr. Jekyll Mr. Hyde”. Infine, nel 2015, è uscito “Casa Mia”, dedicato ai grandi standards del jazz: «Dopo tanta strada fatta… torno a Casa Mia - spiega Simona Molinari - Riparto da lì, dal jazz a modo mio, dalla colonna sonora della mia vita. Mi sono detta: “la prendo e la registro tutta!”... e così ho fatto. Ho preso i vinili che ho (e ne ho davvero tanti) e ho scelto i brani che volevo cantare. E così, per la primissima volta, mi cimento in studio su un terreno su cui mi sono appassionata tante volte fin da quando ero piccola, il jazz...». E ora “Loving Ella”, un coinvolgente concerto-spettacolo alla (ri)scoperta di una delle regine del jazz, un'icona della musica del Novecento.

Nella foto: Simona Molinari
Commenti
7/12/2017 video
«Un festival-omaggio alla città più bella di Sardegna». Così il direttore artistico della prima edizione del FestiAlguer, il musicista di Berchidda, Paolo Fresu, racconta l'idea alla base della nuova rassegna internazionale in programma nella città di Alghero dal 23 dicembre al luglio 2018. Ecco il suo intervento in occasione della conferenza stampa di presentazione del progetto nelle tenute Sella & Mosca di Alghero
© 2000-2017 Mediatica sas