Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotizienuoroCronacaCronaca › Altare incendiato a Sindia: indagini
Red 14 marzo 2017
L´uomo sarebbe responsabile di ventisette reati, tutti compiuti nel paese nuorese, nel giro di poco più di un mese. Tra questi, l´incendio dell´altare ligneo della chiesa campestre di San Demetrio
Altare incendiato a Sindia: indagini


SINDIA – Un 30enne di Sindia, arrestato pochi giorni prima per reati precedenti, è stato segnalato dai Carabinieri della Compagnia di Macomer all'Autorità giudiziaria. Sarebbe lui, infatti, il responsabile di ventisette reati, tutti compiuti nel paese nuorese fra gennaio e febbraio.

Secondo gli investigatori, sarebbe, tra l'altro, responsabile di vari incendi, fra cui quello all'altare ligneo della chiesa campestre di San Demetrio [LEGGI]. Ed ancora, del furto e dell'incendio della Opel Corsa del parroco don Salvatore Biccai, di diversi episodi di minacce e di detenzione di munizionamento.

Una pattuglia dei Carabinieri ha controllato l'uomo h24, consentendo di raccogliere indizi e, nel contempo, impedendogli di commettere nuovi reati. A febbraio, la Procura della Repubblica di Oristano aveva ordinato per lui anche una perizia psichiatrica.
Commenti
21:21
Il 24enne Pietro Sanna sarebbe stato accoltellato nel proprio appartamento. Gli uomini di Scotland Yard hanno aperto un'indagine per chiarire la drammatica situazione
26/6/2017
Nel corso dell´operazione “Danger insurance”, gli uomini della locale Guardia di finanza cagliari hanno individuato un’agenzia assicurativa abusiva e disarticolato un rodato sistema di frode. scoperte oltre ottocento polizze assicurative false, denunciati i quattro responsabili dell’esercizio commerciale e 382 contraenti
26/6/2017
Atto dovuto: Verifiche sulle condizioni di sicurezza a Teatro da parte degli inquirenti all´indomani della tragedia verificatasi ad Alghero con la morte della mamma 45enne caduta dalle scale
24/6/2017
«Ieri pomeriggio intorno alle 14.30, si è reso necessario l’invio d’urgenza di un detenuto di nazionalità italiana presso il vicino pronto soccorso per aver ingerito plexiglass tanto che una volta giunti in ospedale è stato necessario che lo stesso venisse sottoposto ad intervento chirurgico», denuncia il segretario generale aggiunto dell’Osapp Domenico Nicotra
© 2000-2017 Mediatica sas