Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziesardegnaPoliticaUrbanistica › Giunta approva nuova legge Urbanistica
Red 17 marzo 2017
Sarà a disposizione del Consiglio regionale già dalla settimana prossima con l´approdo prima in commissione e poi in Aula, subito dopo il via libera alla Finanziaria 2017
Giunta approva nuova legge Urbanistica


CAGLIARI - Approvata la nuova legge urbanistica dalla Giunta regionale che sarà a disposizione del Consiglio regionale già dalla settimana prossima con l'approdo prima in commissione e poi in Aula, subito dopo il via libera alla Finanziaria 2017. La legge si compone di 113 articoli, che cancellano circa 300 norme in vigore dal 1985 ad oggi, e consente di intervenire nella fascia dei 300 metri dal mare attraverso il solo miglioramento e l'ampliamento delle strutture ricettive con un incremento volumetrico massimo del 25%.

Alla base c'è la classificazione di quattro macro ambiti urbanistici, meno rigidi di quelli attuali, con i sindaci che avranno la responsabilità di individuarli; incrementi volumetrici intorno al 25%, con la conferma delle zone di salvaguardia e l'idea di recuperare l'esistente piuttosto che consumare nuovo territorio. Ogni Comune dovrà preliminarmente individuare l'ambito di salvaguardia ambientale o paesaggista, dove sono consentite solo manutenzioni straordinarie, restauro, ristrutturazione o riqualificazione ambientale. Successivamente, l'amministrazione dovrà definire quali sono gli ambiti rurali e quelli urbanizzati.

Nei primi la superficie minima edificabile viene fissata in funzione dell'attività produttiva e non più fissa con la previsione dei "tre ettari per costruire": si va da un ettaro per le colture orticole sino ad un massimo di 30 ettari per orzo avena e canapa, dai 3 ettari per l'allevamento dei suini ai 5 per l'apicolura. L'incremento volumetrico in quest'ambito è in media del 20%. A questo punto si potrà individuare l'ambito urbanizzato con un incremento massimo del 30% fino a 120 mc. Solo in seguito le amministrazioni potranno individuare l'ambito potenzialmente trasformabile, l'ex zona di espansione, dove il Comune è chiamato a definire i propri fabbisogni abitativi e di servizi che non potranno eccedere il 10% del totale della zona urbanizzata. Questa porzione sarà messa a bando tra i proprietari che dovranno presentare il progetto migliore. La legge dà 36 mesi ai Comuni per adeguare i Puc alla nuova pianificazione - legge urbanistica per le zone interne e Ppr sulla costa - dopo di che arriverà il commissario ad acta.

Nella foto: Francesco Pigliaru
Commenti
11:00
Auspichiamo che l’eventuale futuro assetto amministrativo di Alghero, sappia porre rimedio alle non scelte del passato e con determinazione e competenza dia un’accelerata affinché il PCVB possa diventare una realtà per l’intero territorio della Bonifica Storica Algherese in quanto, come sempre, siamo e restiamo convinti che chi vuole decidere, decide, chi non vuole decidere crea un gruppo di lavoro
18/10/2017
Si è svolto sabato 15 Ottobre nell’ufficio del Sindaco Mario Bruno il tanto atteso confronto tra i progettisti del Piano di Valorizzazione della Bonifica e i tecnici incaricati dal Comitato Zonale Nurra di studiare la parte riguardante il vincolo idrogeologico e redigere l’osservazione presentata a seguito dell’adozione del Piano
© 2000-2017 Mediatica sas