Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotizieoristanoAmbienteAgricoltura › Migranti al lavoro nelle aziende sarde
Red 17 marzo 2017
Seconda tappa del Progetto di Osvic e Coldiretti Oristano di orientamento alla formazione professionale rivolto ai migranti in sinergia con alcune aziende agricole del territorio
Migranti al lavoro nelle aziende sarde


ORISTANO - Seconda tappa del Progetto di Osvic e Coldiretti Oristano di orientamento alla formazione professionale rivolto ai migranti in sinergia con alcune aziende agricole del territorio. Dopo la positiva esperienza presso il vigneto della Famiglia Orro di Tramazta, di lunedì 6 marzo con la potatura della vite, si prosegue nella mattinata di lunedì 20 marzo a Milis, nella azienda agrumicola di Gioachino Manca, dove circa 20 giovani, tra richiedenti asilo, rifugiati e titolari di protezione sussidiaria e umanitaria, ospiti di un CAS (Centro di Accoglienza Straordinaria) della Provincia di Oristano, potranno assistere ad una lezione pratica sulla potatura degli aranci, curata direttamente dal produttore.

Il progetto risponde alla esigenza espressa dai destinatari dell’azione, di avere informazioni specifiche relative le varie professionalità che il modo agricolo oristanese sviluppa. L ’obiettivo dell’iniziativa è infatti quello di fornire strumenti professionali ed esperienziali ai giovani ospiti del Centro di Accoglienza Straordinaria, così da acquisire conoscenza sulla realtà locale da un punto di vista lavorativo e produttivo, con il fine di promuovere la loro autonomia ed integrazione.

Il tema del “ritorno alla terra” e della valorizzazione della vocazione agricola rappresenta per Osvic e a Coldiretti Oristano un percorso innovativo, sperimentale, dove lo straniero acquisisce strumenti utili per valutare e progettare il suo futuro, in una ottica di integrazione reale, a partire dal valore del lavoro e della competenza professionale. Un impegno che rafforza la sinergia avviata da tempo tra i due partner di progetto, che in passato ha avviato la realizzazione di orti famigliari in Kenya e di azioni di solidarietà nelle quali le eccellenze del mondo agricolo oristanese sono diventate strumento di solidarietà ed inclusione sociale.
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas