Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotizieoristanoCronacaCronaca › Sedilo: sequestrato antico vaso greco
Red 18 marzo 2017
I Carabinieri della Compagnia di Ghilarza hanno trovato il reperto, risalente al Sesto secolo avanti Cristo, nella cantina di un 51enne allevatore. Assieme al vaso sono stati ritrovati anche frammenti di altri reperti probabilmente di epoca medievale
Sedilo: sequestrato antico vaso greco


SEDILO - I Carabinieri della Compagnia di Ghilarza hanno trovato un antico vaso greco, risalente al Sesto secolo avanti Cristo, nella cantina di un 51enne allevatore di Sedilo. Assieme al reperto sono stati ritrovati anche frammenti di altri reperti probabilmente di epoca medievale.

La perquisizione della cantina è avvenuta nell'ambito di un servizio di controllo delle campagne e del territorio al quale, assieme ai militari di Ghilarza e della Stazione di Sedilo, ha visto la partecipazione dello Squadrone eliportato dei Cacciatori di Sardegna di stanza ad Abbasanta. Il vaso si presenta in ottime condizioni di conservazione.

Il reperto sequestrato è stato quindi consegnato ai militari del Nucleo per la tutela del patrimonio culturale di Cagliari. Ora, gli specialisti della Soprintendenza archeologica lo sottoporranno agli accertamenti scientifici e tecnici utili a stabilirne l'epoca e la provenienza.
Commenti
9:25
Tragedia all´uscita del terminal di Alghero. Probabile arresto cardiaco per un 69enne. L´equipe della medicalizzata giunta sul posto non ha potuto far altro che constatarne il decesso
14:26
Nello scorso fine settimana, gli agenti di Polizia giudiziaria appartenenti ai Commissariati di Pubblica sicurezza di Tortolì e Lanusei e del Nucleo investigativo polizia ambientale e forestale, nel corso di un’operazione finalizzata al contrasto del fenomeno della coltivazione di sostanze stupefacenti, hanno trovato undici piante di marijuana in zona collinare nelle campagne in località Simbali
18/9/2017
L’immediato deferimento all’Autorità giudiziaria dei due è scattato perchè, verosimilmente, sono stati fermati poco prima della commissione di reati di natura predatoria
© 2000-2017 Mediatica sas