Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariAmbienteLocali › Comitato No Rumore licenzia il sindaco a Cagliari
Red 19 aprile 2017
Commissariare il comune: è questa la richiesta presentata dal Comitato Rumore No Grazie al Presidente della Giunta regionale Pigliaru per mancata adozione dei Piani di Risanamento Acustico dei quartieri di Is Mirrionis, Santa Gilla -Sant’Avendrace, CEP, Quartiere Europeo, Genneruxi, Bonaria, Pirri
Comitato No Rumore licenzia il sindaco a Cagliari


CAGLIARI - “Commissariare il Comune di Cagliari”: è questa la richiesta presentata dal Comitato Rumore No Grazie al Presidente della Giunta regionale Pigliaru per mancata adozione dei Piani di Risanamento Acustico dei quartieri di Is Mirrionis, Santa Gilla -Sant’Avendrace, CEP, Quartiere Europeo, Genneruxi, Bonaria, Pirri. «L’inerzia del Comune richiede alla Regione un rapido esercizio dei poteri sostitutivi a tutela della salute e della vita delle persone e dell’ambiente: come previsto dalla Legge 447/1995 sull’inquinamento acustico».

«Quello che emerge dolorosamente dal Piano Acustico Comunale è che i sette quartieri richiamati si trovano nella stessa condizione di “emergenza sanitaria” di Stampace e Marina, come riconosciuto dalla stessa Regione. Con l’aggravante che i rispettivi abitanti non sono mai stati informati dal Comune delle conseguenze che possono derivare dalla condizione in cui vivono e del fatto che “il rumore uccide ed è causa di malattie gravi e invalidanti”, secondo quanto scrive una fonte più che autorevole: l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Anni di rilevamenti fonometrici ad opera di soggetti diversi, pubblici e privati, conducono allo stesso risultato: Cagliari è una città gravemente inquinata per le inadempienze dei suoi amministratori» spiegano dal Comitato.

Per questo chiedono un intervento urgente «ponendo il diritto costituzionale alla salute e alla vita e la tutela dell’ambiente al di sopra di ogni altro diritto, compreso quello della libertà d’impresa, come da sentenze della Corte Costituzionale». E concludono: «il Comune di Cagliari non ha mai applicato il Piano Acustico e ha sempre autorizzato le attività di mescita e ristorazione all’aperto, fonte primaria d’inquinamento, in palese violazione della normativa sanitaria di merito. Attività per le quali non è mai stata richiesta la Valutazione d’Impatto Acustico Ambientale. Se il “Piano” fosse stato applicato non sarebbe stato necessario invocare onerosi Piani di Risanamento a spese dei contribuenti. Consentire di inquinare per poi risanare è una prassi deleteria per le persone, per l’ambiente e per le finanze pubbliche».
Commenti
26/6/2017
Il disc jockey che ha fatto la storia della disco dance in Italia, sarà ad Alghero venerdì 21 luglio, ospite del Maden Club, in località Scala Mala, punto di riferimento della movida nella Riviera del corallo
© 2000-2017 Mediatica sas