Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotizienuoroCronacaCronaca › Tortolì: sequestrata discarica abusiva
Red 19 aprile 2017
Ieri, gli operatori del Commissariato di Tortolì, col supporto di personale del Nucleo investigativo Polizia ambientale e forestale con sede a Lanusei, hanno sottoposto a sequestro una superficie di circa 2000metri quadrati utilizzata per deposito di rifiuti di ogni sorta, anche pericolosi, situata all’interno dell’area della Peschiera di Tortolì, a pochi metri dalla stagno
Tortolì: sequestrata discarica abusiva


TORTOLI' – Ieri (martedì), nel corso di uno specifico servizio mirato a verificare il rispetto delle norme in materia di tutela ambientale, gli operatori del Commissariato di Tortolì, col supporto di personale del Nucleo investigativo Polizia ambientale e forestale con sede a Lanusei, hanno sottoposto a sequestro una superficie di circa 2000metri quadrati utilizzata per deposito di rifiuti di ogni sorta, anche pericolosi, situata all’interno dell’area della Peschiera di Tortolì, a pochi metri dalla stagno. All’interno dell’area, un vecchio vascone destinato all’allevamento di gamberi, in cemento armato e chiuso da cancello in ferro ed appositamente allucchettato, gli operatori hanno trovato rifiuti di ogni tipo.

L’intera area, in virtù della violazione della normativa in materia di tutela ambientale, è stata sottoposta a sequestro con all’interno vario materiale fra cui barili contenenti oli esausti da frittura, diversi materiali ferrosi arrugginiti, cisterne in plastica dismesse (alcune contenenti anche olio esausto), numerose cataste di reti in plastica, munite di galleggianti, sostenute da pedane in legno, cosiddette “poches” per l’allevamento delle ostriche, cumuli di sedie in legno. Ed ancora, un silo in metallo, motori per autoclave, tubature in materiale plastico e gomma, un cumulo di valve di ostriche, insieme ad altri rifiuti eterogenei e non differenziati, vari macchinari dismessi per la lavorazione dei mitili, cumuli di cassette in plastica di vari colori, una barca in legno, mobili in metallo, riproduzione di una fontana in stucco, diversi fusti in metallo arrugginiti, per lubrificanti e sedili per automobile in simil-pelle.

Tutto il materiale elencato ed altro, era in palesi condizioni di abbandono, in stato di promiscuità e non differenziato. L’area è stata debitamente sigillata.
Commenti
20/5/2017
Inchiesta Guardia Finanza, diretta da procura, per abuso ufficio. Le indagini ancora in corso si concentrano anche sulla progettazione del nuovo ospedale
© 2000-2017 Mediatica sas