Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotizieolbiaSaluteSanità › Apertura Mater: botta e risposta Ministero-Regione
Red 20 aprile 2017
Resta ancora incerta la data dell´apertura dell´ospedale Mater Olbia, ha spiegato la ministra Lorenzin al question time ricolto dal deputato Capelli. Regione replica con l´assessore Arru
Apertura Mater: botta e risposta Ministero-Regione


OLBIA - Resta ancora incerta la data dell'apertura dell'ospedale Mater Olbia, polo di eccellenza sanitaria da un milione di euro targato Qatar, che avrebbe dovuto iniziare l'attività nel 2015. Ad oggi non sono stati ancora presentati gli atti autorizzativi per poter aprire i battenti. Lo ha spiegato la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, rispondendo al question time alla Camera su sollecitazione del deputato del Centro democratico Roberto Capelli, che ha ricordato la deroga sui posti letto concessa alla struttura privata per il triennio 2015-2017.

«La procedura non è stata ancora completata e per tale motivo gli uffici del Ministero della Salute non sono ad oggi in possesso dei dati definitivi relativi agli effetti della struttura ospedaliera privata» - ha detto in Aula la ministra. Non si è fatta intendere la replica dell'assessore regionale alla Sanità Luigi Arru.

«La Regione ha sempre fatto la sua parte nella vicenda del Mater Olbia, con spirito di collaborazione e nell'interesse generale della Sardegna. Chi parla di incompiuta nella sanità sarda dimostra scarsa conoscenza della realtà. La Regione ha infatti fatto tutto quello che era nelle sue disponibilità, e in tempi celeri, per arrivare alla stipula del Protocollo d'intesa. I successivi rallentamenti, riguardanti questioni inerenti la proprietà dei terreni e criticità relative al progetto, non coinvolgono responsabilità dell'amministrazione regionale: le risposte che la Regione doveva dare alla Qatar Foundation sono arrivate prontamente e nel rispetto dei patti».
Commenti
19:00
«Finalmente – ha rimarcato il manager dell’Ats, Fulvio Moirano - possiamo dire con soddisfazione che i cittadini sardi avranno a disposizione un fondamentale servizio di altissima qualità e che, grazie ad un ribasso di oltre il 12%, si è ottenuto complessivamente un risparmio di circa 10 milioni rispetto alla base d´asta»
14:32
Secondo le ultime analisi compiute dall´AtSSardegna di Sassari Dipartimento di Prevenzione-Servizio igiene degli alimenti e della nutrizione, i parametri sono rientrati nella norma
21/2/2018
La Giunta regionale ha approvato l´avvio della centralizzazione dei magazzini farmaceutici affidando il servizio all´Azienda tutela salute della Sardegna
20/2/2018
In alcune zone della città, l´acqua non è adatta al consumo umano diretto come bevanda e per la preparazione degli alimenti. Invece, può essere utilizzata per tutti gli usi igienici, compresa l´igiene personale
© 2000-2018 Mediatica sas