Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziesardegnaPoliticaTelevisione › Maninchedda contro Rai1: razzismo di stato
Red 7 maggio 2017
L´assessore regionale si scaglia pesantemente contro il servizio andato in onda sul Tg1 e chiede a deputati e senatori sardi di considerare l´ipotesi di addebitare alla Rai il danno di immagine alla loro Regione
Maninchedda contro Rai1: razzismo di stato


CAGLIARI - L'assessore regionale Paolo Maninchedda si scaglia pesantemente contro il servizio Rai andato in onda sul Tg1 e chiede a deputati e senatori sardi di considerare l'ipotesi di addebitare alla Rai il danno di immagine alla loro Regione. Eccellenze parlamentari sarde, di grazia, fatevi sentire, voi siete azionisti della Rai «In pochi minuti si è annullato il lavoro di promozione di mesi, in nome dell'ignoranza. La Sardegna terra di banditi raccontata a freddo nel Giro d'Italia è un luogo del pregiudizio, non della cronaca».

L'assessore regionale ai Lavori pubblici non ci sta e dal suo blog "Sardegna e libertà" si scaglia contro il servizio delle ore 20 sui "luoghi del Giro" andato in onda ieri. Luoghi, scrive l'esponente della Giunta Pigliaru, declinati "nell'immagine del cartello di Orune sforacchiato a pallettoni, nella memoria dell'ultimo delitto di Orune e in una visita a Orgosolo e ai suoi murales, con un'intervista al bibliotecario bravo a rispondere alla domanda originalissima sul 'sardo chiuso' con una battuta intelligente: tutti appaiono chiusi finché non li conosci".

Per Maninchedda il Tg1 delle 20 «fa un'operazione non giornalistica, ma letteraria che rasenta il razzismo». Del resto, scrive, «quando parla il Papa non sentite il bisogno che, subito dopo, qualcuno faccia un servizio per ricordare i preti pedofili, o no? Se il Tg1 parla di Renzi, non sentite il bisogno che un altro servizio ricordi la Banca Etruria». La Sardegna, ricorda Maninchedda, «ha fatto uno sforzo enorme per accogliere il Giro: il lavoro fatto prima da Francesco Morandi e ora da Barbara Argiolas ha fatto sì che durante lo svolgimento della gara la complessità estetica dell'Isola emergesse in tutta la sua bellezza».
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas