Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziealgheroCulturaUniversità › Piccoli ospiti studiano Alghero dall´alto
Red 24 agosto 2017
Durante l´estate, nelle scorse settimane, trenta bambini di età compresa tra gli otto ed i tredici anni, in vacanza nella Riviera del corallo nel campo estivo Il cavalluccio marino, sono stati ospitati nella sede del Complesso di Santa Chiara
Piccoli ospiti studiano Alghero dall´alto


ALGHERO - I plastici sono pane quotidiano, necessario, per chi fa progettazione. Che sia architettonica, tecnica, industriale, poco cambia per il destino di queste realizzazioni, che non sempre vengono conservate. E allora la domanda che si è posto il Dipartimento di Architettura, design e urbanistica dell'Università degli studi di Sassari è stata: «Perché non trasformare questi oggetti in materiale didattico e coinvolgere in un progetto alcuni giovanissimi impegnati nel cammino scolastico?».

Dall'idea alla concreta realizzazione, il passo è stato brevissimo: durante l'estate, nelle scorse settimane, trenta bambini di età compresa tra gli otto ed i tredici anni, in vacanza nella Riviera del corallo nel campo estivo “Il cavalluccio marino”, sono stati ospitati nella sede del Complesso di Santa Chiara per vedere il lavoro svolto dagli studenti del corso di laurea magistrale in Pianificazione e politiche per la città, l'ambiente ed il paesaggio negli anni accademici 2015/16 e 2016/17.

I bambini, divertiti e stupiti, sono stati coinvolti direttamente e hanno partecipato al montaggio del plastico urbano-costiero, costituito da sette elementi. Ha suscitato molto interesse anche un altro plastico, che mostrava la formazione delle dune rispetto alla vegetazione: le piante erano realizzate con la poseidonia oceanica spiaggiata. Un altro modello rappresentava lo stagno del Calich, tra Alghero, Fertilia e l’area della bonifica ed un modello in scala differente proponeva il restauro di un edificio ex-militare costiero. Tutti i plastici sono stati realizzati in cartone vegetale biodegradabile e materiali naturali.

Un ottimo esperimento senz'altro da ripetere, partendo, in modo particolare, da tre aspetti. Il primo costituito dalla meraviglia dei bambini di trovarsi in un posto dove “i grandi studiano”. Il secondo, la grande attenzione con la quale i bambini hanno seguito le spiegazioni e le istruzioni. Il terzo, infine, il loro coinvolgimento nel raccontare alcune esperienze rapportate a ciò che vedevano e sentivano, soprattutto in relazione all'ecosistema costiero che loro non solo stavano vivendo in prima persona come vacanzieri in quel di Alghero, ma che in quel momento stavano anche vedendo “dall'alto”. Alla fine, un “grazie per la gita” ha suggellato questo nuovo grande amore fra l'Università di Sassari ed i suoi probabili futuri studenti.
Commenti
17/11/2017
E´ nato ieri il Centro servizi d’ateneo per la ricerca dell’Università degli studi di Cagliari: la prima struttura che si basa su una concezione multidisciplinare dell’approccio scientifico, aperta all’incontro tra ricercatori e scienziati non solo dell’Ateneo del capoluogo per progettare innovazione e trasferimento tecnologico
16/11/2017
Alla Settimana italo-cinese della scienza, tecnologia e innovazione, tre studenti e la ricercatrice dell’Ateneo sardo Maria Teresa Melis hanno consegnato le prime mappe della luna realizzate nell’ambito del progetto “Moon mapping” al ministro Valeria Fedeli ed al ministro cinese della Scienza e della tecnologia, alla presenza del presidente dell’Agenzia spaziale italiana Battiston
17/11/2017
In programma la prossima settimana, due seminari tenuti da Emmanuele Farris ed Antonello Colledanchise, martedì e giovedì, nel Salone delle Conferenze, in Via Sassari 179
© 2000-2017 Mediatica sas