Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotizieolbiaCronacaArresti › Cannabis: doppio arresto ad Olbia
Red 8 settembre 2017
I Carabinieri del Comando provinciale di Sassari hanno scoperto e sequestrato una piantagione di cannabis indica in località Contra Giobadas, nelle campagne olbiesi. Arrestati con l’accusa di coltivazione illecita di sostanza stupefacente un 34enne di Nule ed un 30enne di Padru
Cannabis: doppio arresto ad Olbia


OLBIA - I Carabinieri del Comando provinciale di Sassari hanno scoperto e sequestrato una piantagione di cannabis indica in località Contra Giobadas, nelle campagne di Olbia. Contestualmente, sono stati arrestati un 34enne di Nule ed un 30enne di Padru con l’accusa di coltivazione illecita di sostanza stupefacente.

Durante un servizio di controllo del territorio per la ricerca di piantagioni, svolto con l’ausilio del decimo Nucleo elicotteri di Olbia, i militari si sono imbattuti nella coltivazione, all’interno della quale stavano lavorando i due arrestati. Nel corso dell’operazione, sono stati trovate e sequestrate in tutto quasi 2600 piante, molte delle quali già in stato di completa maturazione e con altezza variabile tra i 2metri ed i 70centimetri in base alla qualità, circa 4chilometri di tubi, centinaia di raccordi professionali, due cisterne, un gruppo elettrogeno, fertilizzante e trappole, tutto per garantirsi la coltivazione e la successiva vendita della marijuana che, una volta venduta, avrebbe fruttato circa 3milioni di euro.

L’impianto d’irrigazione era automatizzato: bastava soltanto controllare che ci fosse acqua nelle cisterne per permettere la crescita delle piante. Le piante, dopo essere state analizzate, verranno distrutte. I due arrestati, dopo essere stati condotti in caserma per gli accertamenti di rito, sono stati accompagnati nella Casa circondariale di Sassari–Bancali, dove sono attualmente reclusi. Intanto, proseguono gli accertamenti da parte dei Carabinieri sulla piantagione per accertare eventuali ulteriori responsabilità.
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas