Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziesardegnaPoliticaLavoro › Nuovo bando per Export Lab
Red 12 ottobre 2017
«Continuiamo a sostenere chi punta a nuovi mercati», sottolinea l´assessore regionale dell´Industria Maria Grazia Piras, che annuncia la pubblicazione che punta alla promozione delle imprese sarde all´estero
Nuovo bando per Export Lab


CAGLIARI - Export Lab, si replica. Dopo il riscontro positivo ottenuto con la prima edizione, l’Assessorato regionale dell’Industria, in collaborazione con Ice Agenzia, ripropone l’iniziativa che punta a favorire l’aumento della competitività delle micro, piccole e medie imprese della Sardegna attraverso la promozione del sistema regionale nei mercati esteri. Il bando della seconda edizione di Export Lab è stato appena pubblicato e le imprese avranno tempo fino a mercoledì 29 novembre per presentare le domande di adesione. L’Export Lab è destinato ad un massimo di quaranta imprese, Consorzi, Reti di Impresa ed Ati formalmente costituite e i corsi si svolgeranno a Cagliari e Sassari.

«Continuiamo a lavorare per sostenere le imprese sarde e per consentire alle eccellenze dell’isola di farsi conoscere e apprezzare fuori dai confini regionali - dichiara l’assessore regionale dell’Industria Maria Grazia Piras - Gli ultimi dati positivi diffusi da Confartigianato testimoniano che le politiche sull’export portate avanti in questi ultimi anni dalla Regione stanno aiutando a consolidare la posizione delle nostre micro e piccole imprese nei mercati esteri. La seconda edizione dell’Export Lab è un ulteriore tassello del Programma triennale per l’Internazionalizzazione, varato nel 2015, attraverso il quale abbiamo messo in campo risorse per 22 milioni di euro. Alla prima fase dei bandi hanno partecipato complessivamente 204 imprese in forma singola e associata che adesso stanno avviando i Piani export all’estero. All’inizio dell’anno – ricorda Piras – abbiamo anche rifinanziato il bando per le Reti di imprese e la risposta delle aziende che operano nei settori dell’agroalimentare e del turismo è andata ben oltre le aspettative. La prima edizione di Export Lab ha visto la partecipazione di 44 aziende che hanno fatto un percorso di formazione in aula e predisposto i progetti di penetrazione commerciale all’estero. Altre 412 imprese hanno invece partecipato a eventi e seminari formativi. Tutto ciò testimonia che il tessuto imprenditoriale della Sardegna è vivo, c’è voglia di investire e di allargare gli orizzonti».

Il corso durerà nove mesi e si articolerà in tre fasi. Nella prima fase, che partirà a gennaio 2018, è prevista la formazione in aula, sia a Cagliari, sia a Sassari. In tre mesi, le imprese affronteranno le principali tematiche legate ai processi di internazionalizzazione, dalla pratica dell’export alle tecniche di commercio estero, fino alla stesura di business plan. Nella seconda fase, le imprese potranno contare su un affiancamento personalizzato da parte degli esperti di internazionalizzazione registrati nella banca dati docenti di Ice Agenzia.

Tra gli obiettivi, c’è l’elaborazione di un progetto strategico di penetrazione in un mercato prescelto. Infine, la terza ed ultima fase, nel corso della quale le imprese potranno rendere operativo il progetto di business plan, sondando le diverse opportunità offerte dal mercato e partecipando ad azioni commerciali, incontri b2b, fiere ed eventi.

Alla selezione prevista dal bando possono partecipare le micro, piccole e medie imprese, i Consorzi, le Reti di impresa, le Ati appartenenti al settore C (attività manifatturiere) e J (limitatamente ai codici 62 e 63 Ateco 2007). I soggetti dovranno avere sede operativa in Sardegna, essere iscritti alle Camere di commercio e non essere beneficiari di altri contributi pubblici per la stessa iniziativa. I settori di riferimento sono: agroalimentare, moda, artigianato artistico, mobilità, arredo e costruzioni, lapideo, sughero, alta tecnologia ed energia.

Nella foto: l'assessore regionale Maria Grazia Piras
Commenti
18:56
Rispondere al profluvio di comunicati imprecisi che arrivano dal centrodestra è un lavoro tanto noioso quanto inutile, ma quando tali comunicati finiscono per produrre informazioni errate e dannose per i cittadini non ci si può esimere dalla risposta
16/10/2017
Dura presa di posizione di Desirè Manca e Maurilio Murru in riferimento alla mancanza di comunicazione fra Sassari e Cagliari a discapito dei lavoratori: «Una pec della Regione Sardegna arriva al Comune di Sassari e nessuno la apre ma, soprattutto, nessuno si preoccupa del fatto che a Cagliari ad un tavolo di discussione così importante che affronta i temi del lavoro non c’è Sassari. Nessuno dice niente, nemmeno una telefonata. Ogni commento è superfluo, ma il fatto è grave, molto, e merita una spiegazione, subito»
16/10/2017
Sabato, i lavoratori della miniera di bauxite hanno raggiunto gli operai del Geoparco che occupano il tetto di San Nicola da cinque giorni. L´incontro fra i due presìdi di protesta unisce due vertenze fondamentali per il territorio
16/10/2017
Il direttore generale dell’Agenzia, Massimo Temussi precisa che «la riapertura del Centro per l’impiego a Porto Torres è l’ennesimo tassello nella riorganizzazione del sistema di politiche attive per il lavoro che l’Aspal ha intrapreso dalla sua nascita, con la legge 9 del maggio dello scorso anno, che ha racchiuso sotto una gestione unitaria, con la regia regionale dell’Agenzia, tutti gli uffici territoriali del lavoro»
© 2000-2017 Mediatica sas