Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotizieportotorresCulturaRiti › La Capitaneria di porto ha festeggiato Santa Barbara
M.P. 4 dicembre 2017
Si è tenuta stamattina la tradizionale funzione religiosa in onore di Santa Barbara, patrona e protettrice della marina militare, dei genieri, degli artiglieri e dei vigili del fuoco
La Capitaneria di porto ha festeggiato Santa Barbara


PORTO TORRES - Si è tenuta stamattina la tradizionale funzione religiosa in onore di Santa Barbara, patrona e protettrice della marina militare, dei genieri, degli artiglieri e dei vigili del fuoco. Barbara è protettrice di tutti coloro che si trovano in pericolo di morte improvvisa, o che svolgono una professione in cui sono esposti ad alto rischio, come senz’altro è quella di chi va per mare.

Alla cerimonia officiata da don Mario Tanca presso la Basilica di San Gavino, hanno partecipato le autorità politiche, militari e religiose del comprensorio. All’iniziativa, organizzata dalla Capitaneria di porto al comando del capitano di fregata Emilio Del Santo, sono stati invitati a partecipare i rappresentanti dell'amministrazione comunale, di tutti i comandi locali delle forze dell'ordine nonché di tutti gli enti ed organizzazioni che, a vario titolo, quotidianamente condividono con il personale della Capitaneria valori e tradizioni legati al mare.
Commenti
18:06
Venerdì mattina, in occasione del 73esimo anniversario dell´eccidio del 1945, il direttore Elisa Milanesi, il comandante del Reparto di Polizia penitenziaria Antonello Brancati, con una rappresentanza del Corpo di Polizia penitenziaria, con la partecipazione dei familiari delle vittime, deporranno una corona di alloro sotto le lapidi e la targa commemorativa presenti nel cimitero comunale
13/11/2018
Commovente cerimonia in memoria degli studenti universitari caduti nella prima Guerra mondiale, ospitata dai locali dell´università degli studi di Sassari. Il rettore Massimo Carpinelli ha ringraziato i familiari dei diciotto studenti che, prima di perdere la vita nella Grande guerra, studiavano Medicina, Giurisprudenza e Farmacia
© 2000-2018 Mediatica sas