Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotizieportotorresCronacaCronaca › Suicidio Michela: 2 indagati dal gup il 27 febbraio
M.P. 14 settembre 2018
Si terrà il 27 febbraio prossimo l´udienza preliminare per i due giovani di Porto Torres accusati di diffamazione aggravata e morte come conseguenza di altro reato per il suicidio di Michela Deriu, la barista di 22 anni
Suicidio Michela: 2 indagati dal gup il 27 febbraio


PORTO TORRES - Si terrà il 27 febbraio prossimo l'udienza preliminare per i due giovani di Porto Torres, Mirko Campus e Roberto Perantoni, 24 e 29 anni, accusati di diffamazione aggravata e morte come conseguenza di altro reato per il suicidio di Michela Deriu, la barista di 22 anni di Porto Torres, che si è uccisa il 4 novembre 2017 a La Maddalena. Il gup di Tempio esaminerà la richiesta di rinvio a giudizio della Procura gallurese.

Per l'accusa i due hanno offeso la reputazione della ragazza, rivelando informazioni confidenziali sulla sua vita privata e sulle sue abitudini sessuali e divulgando video e foto che la ritraevano durante un rapporto sessuale, contribuendo a determinare la sua volontà suicida. E' probabile che i genitori e la sorella della barista si costituiranno parte civile.

Secondo le indagini, il comportamento dei due ha spinto al suicidio la giovane, che si è impiccata nella cucina dell'appartamento di un'amica cui aveva chiesto ospitalità dopo aver saputo delle voci e delle immagini che circolavano a Porto Torres. I militari avevano trovato due biglietti scritti a mano, in uno si faceva riferimento esplicito a "ricatti e umiliazioni per via di un vecchio film". Inizialmente le indagini hanno coinvolto anche la Procura di Sassari: il 3 novembre Michela Deriu aveva denunciato la rapina subìta all'una del mattino del 31 ottobre, mentre rincasava da lavoro. Il suo racconto non ha mai convinto gli investigatori.
Commenti
23:12
Peste suina africana: abbattuti settantaquattro maiali bradi. «Obiettivo vicino, non abbassiamo la guardia», dichiara l’Unità di progetto. L’Assica ringrazia il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru per gli enormi sforzi sull´eradicazione della Psa
7:08
Nel fine settimana, la locale Compagnia Carabinieri ha effettuato un servizio coordinato per il controllo del territorio dispiegando diverse pattuglie a vigilanza delle maggiori vie di comunicazione comprese tra Torpè ed Orosei
15:44
Attorno alle 12.30 di oggi, un giovane è entrato nel negozio Tola 2.0, in Viale Italia, nel pieno centro di Sassari, si è fatto consegnare il denaro presente in cassa ed è poi scappato
21/1/2019
Complessivamente, il valore dei 199.286 articoli sequestrati si attesta su una cifra di almeno 200mila euro. In questo avvio di 2019, le Fiamme gialle cagliaritane hanno sequestrato 333.730 articoli non sicuri, 132.240 prodotti contraffatti, sanzionando dieci persone e denunciandone cinque
21/1/2019
Nella notte tra mercoledì e giovedì, i ladri si sono introdotti nell’esercizio commerciale dell´Iti di Tortolì e, dopo aver scardinato la porta d’ingresso, hanno asportato un numero imprecisato di snack, bevande ed una piccola somma di denaro
21/1/2019
Tragedia nella borgata rurale di Sassari. Anna Maddau, di Porto Torres, è morta a causa delle esalazioni di monossido di carbonio provenienti da un braciere. Gravissimo l´uomo che era con lei trasportato d´urgenza in ospedale a Sassari
21/1/2019
I finanzieri della locale Sezione operativa navale hanno denunciato il titolare di una società per l’illecito uso di gasolio agevolato. Il rappresentante legale rischia la reclusione da uno a cinque anni, oltre una multa, il cui importo varia da due a dieci volte il valore dell’imposta evasa
21/1/2019
Incrementare la sicurezza stradale riducendo i veicoli che viaggiano senza la copertura assicurativa e con la revisione scaduta rappresenta il cuore del progetto “Plate check”, realizzato dalla Fondazione Ania, in collaborazione con la Polizia di Stato
21/1/2019
15chilogrammi di esplosivo da cava: è questo il quantitativo del materiale esplodente ritrovato ieri dai Carabinieri della Compagnia di Siniscola e dal Corpo forestale e di vigilanza ambientale di Lula. Non si registrano ritrovamenti di quantitativo di esplosivo così ingente da almeno dieci anni nella provincia di Nuoro
© 2000-2019 Mediatica sas