Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziesassariCronacaArresti › Assalto Mondialpol: due finiscono in carcere
Red 8 ottobre 2018
Nella tarda mattinata di oggi, gli agenti della Squadra Mobile ha eseguito due ordinanze cautelari in carcere, emesse dal giudice per le indagini preliminari di Sassari Giancosimo Mura, nei confronti di un 58enne e di un 23enne, ritenuti responsabili, con altre persone, dell’assalto armato ai danni dell’istituto di vigilanza
Assalto Mondialpol: due finiscono in carcere


SASSARI - Nella tarda mattinata di oggi (lunedì), gli agenti della Squadra Mobile ha eseguito due ordinanze cautelari in carcere, emesse dal giudice per le indagini preliminari di Sassari Giancosimo Mura, nei confronti di un 58enne e di un 23enne, ritenuti responsabili, con altre persone al momento ignote, dell’assalto armato ai danni dell’istituto di vigilanza “Mondialpol”, realizzato la sera del 30 maggio. Nel corso dell’irruzione, il commando armato si è reso responsabile, tra l’altro, del tentato omicidio di una guardia giurata particolare che, in quel momento, si trovava a transitare sul posto.

Ai due, il sostituto procuratore della Repubblica di Sassari Enrica Angioni ha contestato il concorso nel tentativo di rapina ai danni della sede della Mondialpol, nel tentato omicidio della guardia particolare giurata, nel furto della terna poi utilizzata per compiere l’assalto, nella detenzione e nel porto illegale di armi e munizionamento da guerra. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, i due arrestati si sarebbero adoperati per la realizzazione del furto della terna e di un pianale (utilizzato per il trasferimento della macchina operatrice) a Santa Giusta, il 25 maggio. Entrambi i mezzi erano parcheggiati in un piazzale, pertinenza di una comunità di recupero dove erano ospitati entrambi gli arrestati.

Le indagini, tuttora in corso, sono condotte dalla Squadra Mobile di Sassari, che si è avvalsa della collaborazione del Comando provinciale e della Compagnia Carabinieri di Oristano. Importante ed efficace è stata la sinergia registrata con la Procura della Repubblica di Oristano. Gli arrestati sono stati quindi trasferiti al carcere di Bancali dove, nei prossimi giorni, saranno ascoltati dal magistrato inquirente.
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas