Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziealgheroPoliticaOpere › «Coperture finite entro aprile». Le immagini dentro la piscina
S.O. 21 marzo 2019 video
Parla l´amministratore dell´impresa che sta realizzando la nuova piscina coperta comunale ad Alghero e conferma l´impegno a completare l´opera voluta dal sindaco Mario Bruno e tanto attesa in città. Le immagini esclusive girate martedì dentro il cantiere
«Coperture finite entro aprile»
Le immagini dentro la piscina


ALGHERO - «Tra circa dieci giorni si comincerà a chiudere la copertura col perlinato in attesa del rivestimento definitivo d'imminente consegna. Lavori che ci permetteranno di ultimare la parte superiore entro un mese. Attualmente in cantiere è già presente il trattamento aria della piscina principale, lavorano sette operai, e parallelamente s'interviene sui muri perimetrali e i locali tecnici interrati, tutto in prospettiva di poter consegnare quanto prima l'opera all'Amministrazione comunale. Siamo un'azienda attiva dal 1992 e mai abbiamo lasciato un cantiere non concluso, ma sempre portato a termine a regola d'arte».

Parola di Raffaele Matonti, l'Amministratore delegato della Elettrica System Srl, l'impresa consorziata che si occupa dei lavori nel cantiere della nuova piscina comunale coperta di Alghero, in corso di realizzazione a Maria Pia, che probabilmente mette la parola fine alle polemiche in corso in città, alimentate dal profumo elettorale che già si respira tra i partiti politici. Polemiche tutte incentrate sui ritardi nella realizzazione dell'opera (una prassi purtroppo abbastanza normale non solo ad Alghero, dove mai un'opera di ingegneria è stata realizzata nei tempi previsti, ma in Italia più in generale).

Cresce infatti tra gli algheresi l'attesa per veder conclusa un'opera attesa da decenni, ed ora c'è la certezza che i lavori proseguono con regolarità. «Siamo stati un po aditati come i colpevoli dei lievi ritardi sull'opera, la cosa più giusta e vera è che si sono dovuti risolvere diversi problemi di natura tecnica, mentre per altri siamo in attesa di soluzione» confessa l'Amministratore dell'impresa che si è aggiudicata l'appalto da 2,1 milioni di euro, negando tassativamente che le difficoltà potessero essere dovute all'eccessivo ribasso. «Abbiamo sempre dato la massima disponibilità al Rup così da trovare soluzioni ai problemi riscontrati. Di certo, così come sempre detto in tutte le occasioni, siamo pronti a consegnare il lavoro finito nel più breve tempo possibile».
Commenti

© 2000-2019 Mediatica sas