Skin ADV
Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaArresti › Centrale dello spaccio a Sant´Elia
Red 9 aprile 2019
Prosegue senza sosta il lavoro della Guardia di finanza e dei Carabinieri dei Comandi provinciali di Cagliari a contrasto dei fenomeni illeciti diffusi sul territorio attraverso una costante presenza nelle aree più sensibili. Quattro le persone arrestate ed accompagnate nella Casa circondariale di Ut
Centrale dello spaccio a Sant´Elia


a
CAGLIARI - Prosegue senza sosta il lavoro della Guardia di finanza e dei Carabinieri dei Comandi provinciali di Cagliari a contrasto dei fenomeni illeciti diffusi sul territorio attraverso una costante presenza nelle aree più sensibili. Ieri sera (lunedì), i Baschi verdi della Seconda Compagnia di Cagliari ed i Carabinieri della Stazione di San Bartolomeo, con l’ausilio delle unità cinofile della Finanza hanno effettuato un servizio di perlustrazione del quartiere Sant’Elia.

All’altezza di Via Schiavazzi, i militari hanno concentrato la loro attenzione su un palazzo nelle cui adiacenze notavano un via vai di persone, alcune delle quali note alle Forze dell’ordine per specifici precedenti in materia di sostanze stupefacenti, ma soprattutto, sulle scale esterne del primo e del secondo piano, alcune persone con atteggiamenti guardinghi e sospetti, tipici delle “vedette”. I militari hanno quindi fatto scattare il blitz congiunto: salendo dalle due scale laterali del palazzo, con un classico “intervento a tenaglia”, sono prima riusciti ad immobilizzare le vedette e poi a raggiungere gli spacciatori prima che questi potessero rifugiarsi negli appartamenti.

Le perquisizioni (prima effettuate nell’appartamento e nel vano ascensore adibiti a vero e proprio market della droga e poi nelle abitazioni di tre persone trovate intente alle attività di spaccio) hanno portato al rinvenimento di un ingente quantitativo di stupefacente: 1.486 dosi di eroina (per un totale di 239,15grammi), 845 dosi di cocaina (per complessivi 140,35grammi), 56,51grammi di hashish e 30,37grammi di marijuana. Finanzieri e Carabinieri hanno trovato e sottoposto a sequestro anche la strumentazione necessaria a gestire la “piazza di spaccio”: una macchina conta banconote, bilancini di precisione, coltelli per tagliare lo stupefacente, bustine monodose per il confezionamento delle dosi, oltre che 7.050euro in contanti, già provento della precedente attività di spaccio.

Sono state trovate anche due pistole a piombini ed un fucile ad aria compressa, armi cui sono stati asportati i segni distintivi (tappino rosso) che contraddistinguono un’arma “giocattolo”, rendendola così del tutto identica ad una reale. Sono così state arrestate quattro soggetti per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale, cui si aggiunge, per uno, il reato di evasione in quanto già sottoposto agli arresti domiciliari, e per un altro la violazione della misura della sorveglianza speciale. Per una quinta persona, è scattata la denuncia per concorso in spaccio di sostanze stupefacenti. I quattro arrestati sono stati accompagnati nella Casa circondariale di Uta.
Commenti
21:12
Nel primo pomeriggio di ieri, si è registrato l´arresto in flagranza di reato di un incendiario, eseguito dagli inquirenti del Corpo forestale e di vigilanza ambientale del Servizio territoriale di Cagliari
20:31
Traffico internazionale di stupefacenti e spaccio tra Albani ed Italia. Il triangolo della droga Sardegna-Emilia Romagna-Albania è stato individuato ed interrotto dai Carabinieri del Comando provinciale di Sassari, sotto il coordinamento della Direzione distrettuale antimafia e antiterrorismo di Cagliari
20/7/2019
Giovedì, i poliziotti della Sezione Antidroga della Squadra Mobile e della Sezione Volanti di Nuoro hanno arrestato un 40enne e la sua 36enne convivente, nuoresi già noti alle Forze dell´ordine, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti
19/7/2019
Il 43enne ha fatto irruzione nel residence del Lido nonostante all’interno dell´appartamento vi fossero due turisti. Provvidenziale il sistema di videosorveglianza che ha permesso di risalire al malvivente
© 2000-2019 Mediatica sas