Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaCronaca › E´ allarme rapine a Cagliari. Due colpi in una sera: indagini
S.A. 19 febbraio 2014
Rapinato un distributore a Selargius e un´agenzia di scommesse ad Assemini. Su entrambi gli episodi indagano i carabinieri
E´ allarme rapine a Cagliari
Due colpi in una sera: indagini


CAGLIARI - E' allarme rapine a Cagliari. Ieri sono andati a segno due colpi nell'hinterland del capoluogo. A Selargius due malviventi, con i volti coperti e armati di pistola, hanno preso di mira il distributore di benzina Q8 lungo la Statale 554.

I due hanno dato alcuni spintoni ai dipendenti per farsi consegnare il denaro, 600 euro, e poi hanno assestato un calcio alle gambe di un cliente, costringendolo ad entrare nel gabbiotto degli uffici. Poi si sono allontanati a piedi, per poi fuggire molto probabilmente a bordo di un'auto.

Di 1000 euro, invece, il bottino della rapina ad Assemini, ai danni di un'agenzia di scommesse, già presa di ira sei mesi fa'. Un bandito è entrato in azione poco prima della chiusura: coperto con un passamontagna ha minacciato il titolare con una pistola. Su entrambi gli episodi indagano i carabinieri.
Commenti
21:21
Il 24enne Pietro Sanna sarebbe stato accoltellato nel proprio appartamento. Gli uomini di Scotland Yard hanno aperto un'indagine per chiarire la drammatica situazione
26/6/2017
Nel corso dell´operazione “Danger insurance”, gli uomini della locale Guardia di finanza cagliari hanno individuato un’agenzia assicurativa abusiva e disarticolato un rodato sistema di frode. scoperte oltre ottocento polizze assicurative false, denunciati i quattro responsabili dell’esercizio commerciale e 382 contraenti
26/6/2017
Atto dovuto: Verifiche sulle condizioni di sicurezza a Teatro da parte degli inquirenti all´indomani della tragedia verificatasi ad Alghero con la morte della mamma 45enne caduta dalle scale
24/6/2017
«Ieri pomeriggio intorno alle 14.30, si è reso necessario l’invio d’urgenza di un detenuto di nazionalità italiana presso il vicino pronto soccorso per aver ingerito plexiglass tanto che una volta giunti in ospedale è stato necessario che lo stesso venisse sottoposto ad intervento chirurgico», denuncia il segretario generale aggiunto dell’Osapp Domenico Nicotra
© 2000-2017 Mediatica sas