Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaCoste › «Fondale di bombe a Capo Frasca»
S.A. 23 agosto 2014
Nuova denuncia del deputato Unidos Mauro Pili, che ha divulgato un video sul sopralluogo dei giorni scorsi. Adesione di iRS alla manifestazione contro le servitù militari
«Fondale di bombe a Capo Frasca»


CAPO FRASCA - «Un vero e proprio fondale di bombe, missili di ogni genere, esplosi e non esplosi, un vero e proprio disastro ambientale senza precedenti. La base militare di Capo Frasca deve essere chiusa e bonificata senza perdere un giorno di tempo».

Nuova denuncia del deputato Unidos Mauro Pili, che ha divulgato un video sul sopralluogo dei giorni scorsi. Il deputato sardo annuncia una formale denuncia alla Procura della Repubblica chiedendo «l'immediato sequestro dell'area». Chiamato in causa anche il Governo.

Intanto iRS – indipendentzia Repubrica de Sardigna ribadisce il suo impegno per liberare la Sardegna dalle servitù militari. Gli indipendentisti guidati da Gavino Sale aderiranno alla manifestazione che si svolgerà il 13 settembre 2014 di fronte alla base militare di Capo Frasca «ed invita tutti i sardi a partecipare per ribadire che la Sardegna deve essere libera da servitù militari, poiché non è più accettabile che lo Stato italiano continui a bombardare le nostre terre e ad affittarle a tutti gli eserciti del mondo per sperimentare ordigni bellici».
Commenti
7/12/2016
Il sindaco Mario Bruno ringrazia pubblicamente l´assessore regionale all´Urbanistica per aver accolto con favore la richiesta di proroga alle scadenze di adozione dei Piani di Utilizzo dei Litorali, consentendo così a tutti i titolari di concessioni demaniali l´apertura della stagione balneare da aprile: «E´ un ulteriore stimolo a proseguire con sempre più determinazione nell´approvazione degli strumenti urbanistici, che in molti casi scontano notevoli ritardi dal passato»
7/12/2016 video
Interventi e bonifiche mai realizzate, nonostante i rischi ambientali emersi già all'indomani del rogo. Tornare dopo oltre un anno nel luogo del disastro è come fermare il tempo nelle grandi incompiute del territorio algherese. Le immagini 14 mesi dopo il rogo
6/12/2016
Accolta la richiesta del sindaco del Comune di Alghero e dell'assessore all'urbanistica. Anche i comuni in attesa di approvazione del Piano di utilizzo dei litorali avranno la possibilità di vedere le concessioni balneari autorizzate per sette mesi. Prosegue il lavoro di pianificazione
© 2000-2016 Mediatica sas