Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaTrasporti › «Sottospecie di assessore»: Pili provoca Deiana
A.B. 12 settembre 2014
Una notizia postata dall’onorevole sulla sua pagina Facebook ha provocato la reazione dell’assessore regionale e la controreplica dell’ex presidente
«Sottospecie di assessore»: Pili provoca Deiana


CAGLIARI - «La grande fuga di Ryanair dalla Sardegna è iniziata, con la decisione improvvisa di cancellare ben sedici voli a partire dalla prossima stagione aerea che inizia il 28 ottobre e si conclude il 31 marzo. Ridotti i voli su Bruxelles, Barcellona, Londra, Parigi, Bergamo e Ciampino» lo denuncia il deputato di Unidos Mauro Pili, in merito alla riduzione dei collegamenti nel passaggio tra la stagione aeronautica estiva ("summer") e quella invernale ("winter"). Pili parla di una «mazzata per il sistema turistico del cagliaritano. Complessivamente risultano cancellati 57600 posti aerei" e di "ennesima dimostrazione della grave negligenza della Regione in questi ultimi anni. Prima con la nefasta legge del 2010 che prevede di assoggettare i voli low cost ad un regime di pubblico servizio con vincoli che il libero mercato non accetta in aggiunta all'avversità di questa Giunta Regionale, come la precedente, alle compagnie a basso costo». Secondo il deputato «la comunicazione formale di un taglio dei voli per la stagione winter è giunta qualche ora fa sul tavolo dell'Enac ed è un programma immodificabile. A rischio anche la stagione estiva del 2015. Da Ryanair il messaggio è molto chiaro: se non ci sono le condizioni per proseguire ce ne andiamo». Per questo motivo il deputato chiede al Consiglio Regionale di cancellare la norma inserita nella legge 10/2010 sul trasporto aereo.

E' Mauro Pili sulla propria pagina su Facebook, a provocare la piccata risposta dell’assessore regionale dei Trasporti Massimo Deiana, che è subito intervenuto con una nota: «L’onorevole Mauro Pili sul ridimensionamento RyanAir arriva con almeno sei mesi di ritardo. Come capita ogni anno, la compagnia irlandese stabilisce con largo anticipo il piano voli estivo e quello invernale e lo rende noto. È davvero desolante che un deputato della Repubblica si accorga dello svolgimento di una dinamica consolidata con una così scarsa tempestività. Inoltre, sfugge clamorosamente all’onorevole Pili che la Regione, come ogni ente pubblico, deve sottostare ai vincoli imposti delle norme e sfugge ancora che la “nefasta” legge regionale numero 10 del 2010 approvata dalla maggioranza di centrodestra abbia cessato di produrre effetti dal 31 dicembre 2013. La Giunta regionale non ha alcuna avversità né preclusione verso le compagnie low cost, compagnie che non hanno certo bisogno di scalcinati difensori arruffapopolo». L’assessore dei Trasporti ricorda che ad aprile la Commissione Europea ha pubblicato le nuove linee guida sugli aiuti di Stato alle compagnie aeree ed agli aeroporti: «È questa l’unica via maestra che la Giunta può e deve perseguire. Consigliamo pertanto all’onorevole Pili, se ne avesse la capacità, di studiarsele».

Il comunicato di Deiana ha provocato una nuova esternazione dell’onorevole Pili, sempre via social network: «Una sottospecie di assessore dei Trasporti della Regione dice che sulla vicenda Ryanair arrivo con sei mesi di ritardo. Quando un assessore confonde l'inverno con l'estate e non si rende conto di essere ridicolo nei tentativi di nascondersi dietro un dito, che non tanto per la stazza, quanto per le corbellerie che riesce a manifestare con la leggerezza di un elefante, significa che la Regione ha toccato il fondo. Povera Sardegna in mano a certa gente. Ma come si può negare l'evidenza. Tutti sanno che lui è il responsabile di questa nuova fuga di Ryanair. Difficile nascondere un elefante», conclude il deputato di Unidos.
Commenti
1/12/2016
L’assemblea ha riconfermato alla presidenza dell’associazione il presidente dell’Atp di Nuoro Paolo Piras. Inoltre, sono stati eletti i membri della giunta esecutiva Giovanni Caria, Luciano Mura, Roberto Mura, Roberto Murru, Marcello Ortu, Massimo Putzu, Alessandro Ramazzotti e Giovanni Sistu
2/12/2016
«La tratta Sestu-Policlinico è strategica perché interessa un enorme bacino di utenti. Massimo Zedda dimostri nei fatti, non solo a chiacchiere, di essere anche sindaco di tutta la città metropolitana»: appello di Michele Cossa al sindaco Massimo Zedda
1/12/2016
L’integrazione trasportistica su ferro permetterà di unire la periferia di Cagliari alla centralissima stazione di piazza Matteotti. I tre lotti ceduti oggi hanno una superficie complessiva di circa tremila metri quadrati e saranno destinati alla posa di binari e banchine
© 2000-2016 Mediatica sas