Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariSaluteSanità › Eterologa, Sardegna verso ticket da 400 euro
S.A. 25 settembre 2014
In Giunta la proposta di un ticket da 400 euro per la fecondazione eterologa, cioè la tariffa minima nella forbice stabilita oggi in Conferenza delle Regioni
Eterologa, Sardegna verso ticket da 400 euro


CAGLIARI - La Sardegna porterà in Giunta la proposta di un ticket da 400 euro per la fecondazione eterologa, cioè la tariffa minima nella forbice stabilita oggi in Conferenza delle Regioni. La proposta è stata già predisposta dagli uffici dell'assessorato della Sanità ed è attesa per il varo per la settimana prossima. Tre i centri pubblici accreditati: Microcitemico e Policlinico di Cagliari e a la Aou di Sassari.

Nelle strutture private per ora non si potrà fare. Le richieste di fecondazione eterologa nell'Isola sono più alte rispetto alle altre regioni perché l’età delle coppie è più elevata e le condizioni economiche e sociali più disagiate impediscono di rivolgersi all’estero. Sono un centinaio le coppie che ogni anno si recano fuori dalla Sardegna per questo motivo.

Al momento le Regioni sono in attesa delle nuove linee guida ministeriali sulla procreazione medicalmente assistita, che per legge devono essere aggiornate ogni 3 anni e invece sono ferme al 2008. L'accordo tra tecnici e funzionari regionali sulle nuove norme siglato il 4 settembre scorso - la Sardegna al tavolo tecnico è rappresentata dal dottor Giovanni Monni, primario di Ginecologia al Microcitemico - era necessario dopo la sentenza del 9 aprile della Corte Costituzionale che ha tolto il divieto di ricorrere a un donatore esterno di ovuli o spermatozoi nel caso di infertilità assoluta.
Commenti
18/2/2017
Dopo l´incontro di un mese fa con i dirigenti Asl sulla questione è calato il silenzio. Per questo l´associazione Il Labirinto chiede un intervento immediato o minaccia un´azione legale
16/2/2017
Oggi, Cagliari ha ospitato un incontro per illustrare le modalità di attuazione del Reddito di inclusione sociale. Giovedì 23 febbraio, l´assessore regionale della Sanità Luigi Arru incontrerà i rappresentanti dell´Anci
17/2/2017
Preoccupa tanto, il lavorio che dovrà compiere il direttore generale dell’Ats Fulvio Moirano, che dovrà giocoforza tagliare per contenere la spesa. A marzo i sindacati Cgil, Cisl e Uil, sono pronti a scendere in piazza al fianco dei lavoratori
© 2000-2017 Mediatica sas