Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariSpettacoloCinema › A Cagliari il ciak de l´Accabadora
M.L.P.C. 27 settembre 2014
Sbarca a Cagliari tutto il cast de l’Accabadora, l’ultima fatica di Enrico Pau, regista cagliaritano già autore di “Jimmy della collina” e “Pesi leggeri”
A Cagliari il ciak de l´Accabadora


CAGLIARI - Arriva a Cagliari l’”Accabadora” di Enrico Pau: domani i primi ciak in città. Il film è ambientato durante la seconda guerra mondiale nella campagna del Campidano e nella città di Cagliari, bombardata dagli americani. La protagonista è una "femmina accabadora", figura dell'antropologia sarda tra leggenda e realtà, a cui le comunità rurali affidavano il compito di interrompere l'agonia dei moribondi. Erroneamente si potrebbe pensare che il film sia tratto dal romanzo di Michela Murgia: il soggetto è in lavorazione da anni, addirittura prima dell’uscita del romanzo della Murgia.

Invece prende spunto dal saggio di Alessandro Bucarelli e Carlo Lubrano, entrambi medici legali all’Università di Sassari, “Sa femmina accabadòra” nel racconto della “sacerdotessa della morte”, che accompagna i moribondi nel loro ultimo viaggio, una figura, a quanto sembra, realmente esistita in Sardegna che ha esercitato sino alla prima metà del ‘900 nella parte centro-settentrionale dell’isola. Annetta, l’accabadora appunto, è interpretata da Donatella Finocchiaro (nella foto insieme al regista durante una delle riprese a Collinas), che approda a Cagliari negli anni ’40 da Collinas, paese del Medio Campidano e proprio nel capoluogo sardo, martoriato dalle bombe e disseminato di morte e distruzione si aprirà alla vita e all’amore.

La comunità sarda, secondo questa tradizione, accettava quella che oggi chiameremmo morte per eutanasia, la dolce morte: l’accabadora era un personaggio indispensabile, mitologico, fortissimo, al confine tra medico e sciamano, tra vita e morte, una sacerdotessa dell’aldilà a cui tutti prima o poi avrebbero potuto far ricorso. Così come arrivava nelle case, e senza ricevere alcun compenso se ne andava, in punta di piedi ma con la gratitudine dei familiari del malato al quale aveva dato un aiuto a raggiungere l’aldilà. Interessante la collaborazione con lo stilista Antonio Marras, che ha disegnato i costumi per la protagonista del film e ha curato la supervisione artistica.

“L’Accabadora”, prodotto dalla Film Kairos, vedrà oltre a Donatella Finocchiaro come protagonista femminile maschile l’attore irlandese Barry Ward e Carolina Crescentini nel ruolo di Alba. La produzione del film, coprodotto con l’Irlanda, ha avuto un budget di 2 milioni e 161 mila euro, cifra alla quale concorrono oltre a Regione e Mibac anche Rai Cinema, Irish Film Board e il Banco di Sardegna. Da alcuni giorni le riprese si sono spostate a Cagliari: alcune aree di uno dei quartieri più suggestivi di Cagliari, il quartiere Castello, saranno bloccate per circa 10-15 minuti alla volta per garantire la buona riuscita dei ciak.
Commenti
19/7/2016
Il viaggio dei cinenauti di “Cinema delle terre del mare” inizierà mercoledì 27 luglio alle 20 in piazza della Juharia con Passo dopo passo, messinscena della compagnia Theatre en vol di Sassari, per la regia di Michéle Kramers e la scenografia di Puccio Savioli
8:41
Si parte questa sera alle 20 da piazza della Juharia con Passo dopo passo, una produzione Theatre En Vol per la regia di Michèle Kramers e la scenografia di Puccio Savioli
© 2000-2016 Mediatica sas