Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaArresti › Truffe da 200mila euro in 2 anni. A Cagliari fermata la banda
S.A. 29 settembre 2014
La banda ha comprato pellicce, gioielli d´oro, computer, alimentari, materassi e fotocamere digitali per un giro di 200mila euro.
Truffe da 200mila euro in 2 anni
A Cagliari fermata la banda


CAGLIARI - I carabinieri del Comando provinciale di Cagliari hanno smantellato una organizzazione specializzata nelle truffe ai danni di banche, negozi e società finanziarie. Le operazioni si aggirano intorno ai 200mila euro. Sette le ordinanze di arresto di persone (dai 23 ai 56 anni), quasi tutte residenti nell'hinterland cagliaritano, accusate di associazione a delinquere finalizzata alle truffe.

La banda, secondo quanto accertato dai militari, avrebbe messo a segno raggiri per circa due anni sia in città che in provincia emettendo assegni non coperti. Il modus agendi era questo: utilizzavano dei prestanome oppure avviando delle società (in tutto 20) solo per dotarsi di partita Iva, versavano pochi euro per aprire dei conti correnti in banche e uffici postali (15 conti accertati) e chiedevano l'immediato rilascio dei carnet di assegni.

La banda comprava pellicce, gioielli d'oro, computer, alimentari, materassi e fotocamere digitali. Peccato che al momento dell'incasso risultassero tutti scoperti.
Commenti
24/9/2016
Ieri notte, i Carabinieri della Stazione di Sorso hanno arrestato una 50enne residente nella cittadina della Romangia, per tentato omicidio aggravato
24/9/2016
I Carabinieri del Reparto Territoriale di Olbia, dalle prime ore di questa mattina, hanno eseguito quattro ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettanti individui, di cui due italiani e due originari della Repubblica Domenicana, i quali, in concorso tra loro, hanno organizzato un intenso traffico di stupefacenti tra la Spagna e la Gallura, sfruttando delle donne che venivano impiegate per effettuare il trasporto con l’utilizzo di ovuli introdotti nel loro corpo
© 2000-2016 Mediatica sas