Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaArresti › Truffe da 200mila euro in 2 anni. A Cagliari fermata la banda
S.A. 29 settembre 2014
La banda ha comprato pellicce, gioielli d´oro, computer, alimentari, materassi e fotocamere digitali per un giro di 200mila euro.
Truffe da 200mila euro in 2 anni
A Cagliari fermata la banda


CAGLIARI - I carabinieri del Comando provinciale di Cagliari hanno smantellato una organizzazione specializzata nelle truffe ai danni di banche, negozi e società finanziarie. Le operazioni si aggirano intorno ai 200mila euro. Sette le ordinanze di arresto di persone (dai 23 ai 56 anni), quasi tutte residenti nell'hinterland cagliaritano, accusate di associazione a delinquere finalizzata alle truffe.

La banda, secondo quanto accertato dai militari, avrebbe messo a segno raggiri per circa due anni sia in città che in provincia emettendo assegni non coperti. Il modus agendi era questo: utilizzavano dei prestanome oppure avviando delle società (in tutto 20) solo per dotarsi di partita Iva, versavano pochi euro per aprire dei conti correnti in banche e uffici postali (15 conti accertati) e chiedevano l'immediato rilascio dei carnet di assegni.

La banda comprava pellicce, gioielli d'oro, computer, alimentari, materassi e fotocamere digitali. Peccato che al momento dell'incasso risultassero tutti scoperti.
Commenti
12:02
I Carabinieri della Stazione di San Nicolò Gerrei hanno sorpreso due persone, padre e figlio, nella piantagione. Sequestrate una quarantina di piante di cannabis
16:11
Sono decine le telefonate con richieste di intervento per furti commessi tra gli ombrelloni. L´ultimo caso ieri pomeriggio: due migranti 16enni sono stati denunciati
22/8/2016
I Carabinieri hanno arrestato un 35enne, con le accuse di lesioni aggravate, violazione di domicilio e porto di oggetti per offendere
22/8/2016
Si inizia a fare luce sull'omicidio avvenuto sabato mattina in località Sa Vadde de S'Apara. Circa un'ora dopo l'omicidio, Gaetano Porcu, fratello minore dell'ucciso Antonio, si è costituito in caserma
© 2000-2016 Mediatica sas