Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaDisservizi › Più idonei, meno alloggi: monta la protesta universitaria
M.L.P.C. 2 ottobre 2014
Il trend negativo degli idonei non beneficiari aumenta e i posti alloggio nelle case per studenti diminuiscono. I giovani sono costretti a emigrare, nuova protesta per il Collettivo Universitario
Più idonei, meno alloggi: monta la protesta universitaria


CAGLIARI – Nuova protesta per il Collettivo Universitario: pubblicate mercoledì mattina le graduatorie definitive per l’accesso al posto alloggio nelle case dello studente e alla borsa di studio e anche quest’anno si conferma l’assoluto trend negativo. Gli idonei non beneficiari, cioè coloro che possiedono i requisiti richiesti dal bando, ma non possono usufruire del beneficio richiesto per insufficienza delle risorse disponibili, risultano essere il 52,94percento, mentre sta ancora peggio chi si è iscritto all’università quest’anno, perché addirittura il 69,39percento delle matricole non otterrà i fondi per il diritto allo studio.

Il Collettivo rincara la dose e sottolinea come la situazione per i posti alloggio nelle case dello studente di quest’anno non vada per niente bene, dal momento in cui da due anni a questa parte sono diminuiti di circa 126 unità. La situazione ha ormai dell’insostenibile – spiegano - e costringerà moltissimi studenti a dover intraprendere due strade: o quella del pendolarismo dai propri paesi di appartenenza (se si ha la fortuna di abitare in paesi abbastanza collegati con il capoluogo), oppure saranno costretti a pagare affitti molto alti.

Da qui, nei casi più estremi, molti giovani sono costretti o ad abbandonare gli studi oppure a emigrare fuori dall’Isola. Nonostante i dati non positivi, il Collettivo Studentesco sostiene che le istituzioni non si preoccupano minimamente di questa allarmante situazione, mentre dovrebbero in primis far diventare Cagliari una città universitaria.
Commenti
24/4/2017
Finisce nel peggiore dei modi il rapporto pluriennale tra l´amministrazione comunale di Alghero e il vecchio gestore: cumuli di rifiuti in molte zone periferiche e cestini stracolmi. Dal 26 aprile servizio alla Ciclat. Sarà decisivo riuscire ad invertire la brutta tendenza consolidatasi negli anni
24/4/2017
Situazione indecorosa in molti quartieri cittadini di Alghero sul fronte dei rifiuti. Cestini stracolmi all'ingresso delle scuole alla Pivarada. Finisce nel peggiore dei modi il vecchio appalto della nettezza urbana. Dal 26 aprile il nuovo operatore
17:00
Si corre ai ripari ad Alghero per recuperare i mancati servizi degli ultimi giorni. Criticità in molti quartieri, ma la situazione è destinata a migliorare. L´appello dell´assessore Selva: «Serve un grande senso di responsabilità da parte di tutti»
© 2000-2017 Mediatica sas