Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaAmministrazione › Casu: «Giù le mani dall’ippodromo»
A.B. 3 ottobre 2014
In programma domani pomeriggio, all’ingresso della struttura sul Lungomare Poetto, un sit-in di cittadini ed appassionati, «per dire “no” alla dismissione dello storico impianto sportivo»
Casu: «Giù le mani dall’ippodromo»


CAGLIARI - In programma venerdì, dalle ore 15, all’ingresso dell’ippodromo sul Lungomare Poetto, un sit-in di cittadini ed appassionati, «per dire “no” alla dismissione dello storico impianto sportivo». Ad annunciarlo è uno dei principali promotori, il consigliere comunale di Cagliari Paolo Casu, che ha annunciato che questo sarà soltanto l'inizio delle tante azioni di protesta che lo stesso consigliere e numerosi cittadini porteranno avanti nei prossimi giorni.

«Non ci piace essere presi in giro - afferma Casu, riferendosi «al “silenzio assordante” da parte del sindaco Zedda su questo delicatissimo argomento. Da mesi - prosegue - ho stimolato il sindaco con interrogazioni, proposte e mozioni, ma sempre latente ed evasiva è stata la sua risposta, oltre che caratterizzata dal costante "rinvio". Nella mia interrogazione presentata in aula martedì, il sindaco non ha risposto praticamente a niente, ma ha però nella stessa serata, "promosso" il dottor Ena a supervisore delle società partecipate, praticamente qualche ora dopo che lo stesso presidente uscente della Società Ippica decretava il licenziamento dei dipendenti della stessa società».

«Credo - insiste Casu - che un simile atteggiamento di arroganza politica, non meriti neppure più di tanto una mia considerazione, ma se il sindaco è convinto di decidere esautorando la sovranità del Consiglio Comunale e quindi dei cittadini, posso garantirle con altrettanta serenità che troverà "pane per i suoi denti"». “Giù le Mani dall'ippodromo”, quindi, non sarà soltanto lo slogan del sit-in di domani pomeriggio, ma sarà il motto che caratterizzerà le azioni politiche e civiche che verranno portate avanti per «costringere il sindaco Zedda a ridare voce alla collettività cagliaritana». L'appuntamento è quindi per domani pomeriggio, all'ingresso dell'Ippodromo di Cagliari, «per riaffermare il diritto di decidere il presente e il futuro di uno dei più importanti siti turistici, sportivi e ambientali della nostra città».
Commenti
18:32
Martedì, organizzazioni, imprese e start up, associazioni ed artisti che operano nei settori della cultura, dell´arte e dello spettacolo, Ict, ricerca ed innovazione, sono invitati ad una prima occasione di confronto
12:31
Il documento economico presentato venerdì nella seduta del Consiglio Comunale di Sassari non soddisfa il rappresentante di Forza Italia: «Sassari sempre più annichilita»
10:36
Dal primo giugno potranno essere effettuate le richieste di concessione temporanea, per la stagione sportiva 2016/2017, degli impianti sportivi comunali
10:15
Il progetto prevede l’assegnazione dei voucher sociali ai soggetti in condizioni di disagio socio-economico, individuati dai servizi sociali del Comune
29/5/2016
Lunedì il voto in consiglio comunale ad Alghero per il via libera definitivo alla Rete metropolitana del Nord Sardegna. L´assessore Erriu (Pd), assente qualche giorno fa in occasione dell´incontro con i tre sindaci, spazza via le polemiche e parla delle opportunità e dei vantaggi di una visione territoriale unitaria
27/5/2016
Il consigliere comunale dell´Upc lascia la presidenza. Lunedì il consiglio comunale che voterà la composizione delle nuove commissioni ad Alghero
27/5/2016 video
Il nuovo amministratore Unico dell'Alghero in House si rivolge direttamente ai lavoratori e chiede il massimo dell'impegno, ipotizzando un aumento di ore lavorative per centrare subito gli obbiettivi dell'amministrazione. Le sue parole
28/5/2016
Il consiglio comunale di Stintino nei giorni scorsi ha approvato all´unanimità lo statuto delle Rete metropolitana del Nord Sardegna
28/5/2016
Erbacce che coprono marciapiedi, giardini e strade sia nel centro storico sia negli altri quartieri nel completo degrado. Denuncia dell’associazione politica culturale del Movimento che chiede al Comune di invertire la rotta
© 2000-2016 Mediatica sas