Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariSportBasket › Basket: serie A femminile al via
A.B. 4 ottobre 2014
Il Cus Cagliari esordisce domani contro l’Umana Reyer Venezia, nell’Opening Day in programma sul parquet del PalaLupe di San Martino di Lupari
Basket: serie A femminile al via


CAGLIARI - Ci sono tutto l'entusiasmo dell'esordio e l'esperienza maturata nelle tre precedenti stagioni nella massima serie di pallacanestro femminile. Inizia dunque con grandi motivazioni il quarto campionato consecutivo in A1 del Cus Cagliari. Il team universitario è partito alla volta di San Martino di Lupari, dove si svolgerà l'Opening Day (sabato e domenica). Nella due giorni di basket, sul parquet del “PalaLupe”, si disputeranno tutte le gare della prima giornata. Le cussine affronteranno domenica, alle ore 18, l'Umana Reyer Venezia. Per il Cus Cagliari, che l'anno scorso ha chiuso la regular season al nono posto, mancando di un soffio i play-off, l'obbiettivo è quello di raggiungere una salvezza tranquilla e guadagnarsi sul campo la possibilità di disputare la poule delle big.

Organico al completo per coach Antonello Restivo: «Siamo pronti a giocarcela con tutti – dichiara l'allenatore – certo, non siamo ancora completamente rodati, ma stiamo lavorando per colmare le lacune, legate al fatto che in campo scenderà una squadra rinnovata per sette decimi».
Debutto difficile per le ragazze di Restivo, in considerazione del valore delle avversarie: «Venezia si è mossa bene sul mercato – spiega il tecnico cagliaritano – la società ha riconfermato in blocco la rosa che nella passata stagione ha conquistato il quinto posto in classifica. Con un paio di innesti di qualità, le veneziane puntano a migliorare ulteriormente il traguardo raggiunto nel primo anno di serie A1».

Dal dirigente responsabile Marcello Vasapollo, parole di soddisfazione per aver allestito un buon team, nonostante le difficoltà a reperire sponsor e risorse: «Un altro campionato di massima serie inizia ed è il quarto consecutivo – commenta Vasapollo – i problemi sono tanti e sono, invece, sempre meno i soldi per cercare di rimanere in questo bellissimo campionato. Insomma, la stanchezza è infinita e i sacrifici non si contano più. Ma noi dirigenti del Cus (io, Stefano Arrica e Edoardo Tocco) siamo emozionati ed orgogliosi di rappresentare la Sardegna tutta in questo torneo che tocca tante città del nord, centro e sud Italia. Quest'anno il nostro urlo è “Unidos” e questo dice tutto. “Forza Cus e forza Sardegna!”».

Nella foto: coach Antonello Restivo
Commenti
23/6/2017
Storico risultato per la compagine algherese, che si piazza al quarto posto nel Campionato nazionale di pallacanestro maschile Uisp. Al ritorno ad Alghero i giocatori e lo staff tecnico sono stati accolti da un gremito gruppo di tifose e tifosi
23/6/2017
La compagine algherese, impegnata nelle Finali nazionali del 3x3 di pallacanestro femminile sul parquet dell´Acqua Summer di Castello D´Argile, è stata fermata per 15-9 da Latina
24/6/2017
Domani sera, la Pressobasket ospiterà la festa finale della società cestistica algherese. Verranno premiate le sedici squadre partecipanti ai campionati, gli istruttori ,gli allenatori, i dirigenti e gli sponsor
23/6/2017
La compagine algherese ha chiuso imbattuta il girone D delle Finali nazionali del 3x3 di pallacanestro femminile in corso di svolgimento sul parquet dell´Acqua Summer di Castello D´Argile, superando Sistema Rosa, Fortitudo Rosa Bologna e Panthers Roseto
22/6/2017
Il Banco di Sardegna ha annunciato di aver raggiunto l´accordo con il 25enne centro statunitense di passaporto kosovaro, che ad aprile è arrivato alla Sidigas Scandone Avellino, dopo aver iniziato la stagione con la canotta dell´Hapoel Gerusalemme
23/6/2017
Presenza nel pitturato e tecnica: nello scacchiere biancoblu arriva il lungo croato ex Gran Canaria. Il suo marchio di fabbrica è la difesa sotto canestro, dove ha ottime doti di lettura ed è abilissimo a usare il corpo e far valere le sue lunghe braccia per chiudere le percussioni avversarie
© 2000-2017 Mediatica sas