Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCulturaManifestazioni › Fai Marathon: intervista al presidente Mongiu
M.L.P.C. 10 ottobre 2014
Domenica 12 ottobre a Cagliari, Nuoro, Sassari e Ozieri si terrà la Fai Marathon, appuntamento a piedi con la cultura
Fai Marathon: intervista al presidente Mongiu


CAGLIARI - Filo conduttore della passeggiata d’autore a tappe sarà la Piazza, obiettivo proposto la felicità, quella generata dal godimento del paesaggio della nostra Italia. Queste le finalità che il Fai, Fondo Ambiente Italiano, si propone per l’edizione della Marathon di domenica. In tutta Italia gli itinerari proposti saranno 120: in Sardegna le città che parteciperanno oltre Cagliari sono Nuoro, con 3 tappe, Ozieri, con 4 tappe, e Sassari con 6. L’evento, giunto alla terza edizione, ha lo scopo di far conoscere con altri occhi la propria città, monumenti, palazzi, chiese, piazze che nella quotidianità siamo abituati a considerare un semplice, anche se bello, sfondo alle nostre attività. A partire dalle h 10 fino alle h 16 sarà possibile, a orari scaglionati, percorrere i 4 km di itinerario proposto.

Per ciò che riguarda la Sardegna il filo conduttore saranno le Piazze, i luoghi urbani per eccellenza, fulcro della vita civile, politica e religiosa di ogni centro abitato. Piazza come spazio collettivo, spazio aperto tra cose sacre e profane, dove si prendono decisioni, si compiono riti, si vive. Si tratta di piazze progettate, o nate dall’incrocio di importanti arterie, o, ancora, di spazi legati a edifici particolarmente significativi che consentono di osservare le stratificazioni storiche, monumentali e sociali delle lunghe vicende della città; spesso nascono dal nulla e a quel nulla vogliono dare un senso (si pensi alla nuovissima Piazza dei giornalisti a Sant’Avendrace).

Domenica i visitatori potranno godere dello spazio pubblico delle piazze.
Per ciò che riguarda Cagliari sono dieci le tappe proposte: la maratona culturale inizierà in Piazza del Carmine, dove sarà possibile registrarsi per partecipare, proseguirà in Piazza Matteotti, passerà di fronte al Palazzo del CIS di Renzo Piano; tappa successiva Piazza San Cosimo per ammirare la basilica paleocristiana di San Saturnino, e poi Piazza Costituzione, recentemente rinnovata, e Piazza Martiri fino a Piazza Yenne, fulcro sociale della città. Le due tappe finali saranno Sa Cruxi Santa, punto d'ingresso dell'antico borgo di Sant'Avendrace, nonché dell'area archeologica comprendente il sito di "Tuvixeddu", la "Grotta della vipera" e altre tombe antiche, e Piazza dei Giornalisti, nuovo punto d’aggregazione sociale e amministrativo della città.
In occasione della Fai Marathon abbiamo fatto qualche domanda alla nuova presidente del Fai Sardegna Maria Antonietta Mongiu.

Su quali aspetti vuole puntare quest’edizione?
L’edizione di quest’anno punta alla riscoperta della piazza, dal punto di vista architettonico, comunitario, sociale per poter ricreare nel cittadino il desiderio e la necessità di poter riprendere a frequentare quello che era il centro nevralgico di ogni civiltà, l’agorà.

Come si svolgerà nello specifico la giornata?
Una novità importante sta nel fatto che non ci sarà nessuna visita guidata, nel senso stretto e comune del termine, ma la passeggiata sarà libera e ognuno la farà prendendosi tutto il tempo che gli serve, perché la riscoperta di un luogo deve avvenire in primis coi propri occhi. In questo senso motto del Fai è “cammina e osserva”.

E’ prevista qualche novità per questa terza edizione?
La novità è la presenza di cittadini d’eccellenza che racconteranno con la propria voce, i propri scritti, la propria arte cosa significa Cagliari per loro. Sono stati chiamati a partecipare 60 tra intellettuali, artisti, professionisti, musicisti, cittadini cagliaritani che si mettono in piazza, è proprio il caso di dirlo, raccontando, ognuno utilizzando la propria competenza, la città col proprio occhio. Ogni mezz’ora quindi ci sarà un “flash mob” di grandi nomi che racconteranno Cagliari. E’ proprio il contrario di ciò che si intende col concetto di guida e visita turistica: non verrà data una visione obbiettiva dei luoghi percorsi ma, di contro, una visione molto di parte. Sarà il cittadino poi dentro di sé a riappropriarsi dei luoghi della città.

Nella foto: Maria Antonietta Mongiu
Commenti
29/9/2016
Ultimi appuntamenti del Festival letterario Un’isola in rete. Ricco, ancora, d’interessanti eventi. Domani mattina venerdì 30 alle 9.30 nelle scuole medie di Castelsardo Carlo Carzan replica il suo Allenamente per i ragazzi delle scuole medie
29/9/2016
Giovedì 6 e venerdì 7 ottobre 2016 privati, università, ricercatori e istituzioni si incontreranno nei locali dell´Ex Manifattura Tabacchi in viale Regina Margherita 33 a Cagliari. Tra gli altri, saranno presenti Huawei, Amazon e Microsoft
29/9/2016
«Isole ecologiche soluzione al problema dei fai da te», dichiarano i responsabili del Consorzio Obbligatorio degli Oli Usati
13:11
“I giovani, l’Europa e la Cooperazione allo sviluppo”: una settimana per riflettere e confrontarsi sui temi della cooperazione internazionale e delle politiche europee giovanili
© 2000-2016 Mediatica sas