Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaScuola › Sottosegretario Toccafondi da Pula: «Nessuna svendita della scuola»
S.I. 10 ottobre 2014
In merito alle proteste sulla riforma della scuola attuata da Renzi, interviene da un convegno a Pula il sottoseegretario all´Istruzione Gabriele Toccafondi
Sottosegretario Toccafondi da Pula: «Nessuna svendita della scuola»


CAGLIARI - «In quasi tutta Italia oggi gli studenti scioperano contro la riforma de #la buona scuola, con l'accusa che così 'si vuole svendere la scuola pubblica ai privati'. Questa mentalità vecchia è quella che ha contribuito a portarci al 44% di disoccupazione giovanile, a 2 milioni di Neet (persone che non studiano né lavorano) e a tassi di dispersione scolastica sopra il 17%. Sono numeri che non possiamo permetterci, e con la riforma vogliamo invertire la tendenza, avvicinando i giovani al mondo del lavoro» Lo ha detto il sottosegretario all'Istruzione, Gabriele Toccafondi, a margine dell'assemblea generale di Re.Na.I.A., la rete nazionale degli Istituti alberghieri, in corso a Pula (Cagliari).

«La scuola italiana è piena di paradossi, uno di questi è che gli istituti alberghieri non possono organizzare attività aperte all'esterno - ha affermato Toccafondi -. Tutto ciò che viene realizzato in un istituto alberghiero non può essere commercializzato e il guadagno non può essere reinvestito nella scuola. E' un paradosso tutto italiano. Non vogliamo svendere la scuola al privato, ma vogliamo superare questo paradosso assurdo. Le scuole che preparano al mondo del lavoro, non possono non avere un rapporto con le aziende, con l'esterno, con la realtà. I ragazzi che vogliono misurarsi con il mondo del lavoro, una volta diplomati, devono essere pronti per lavorare. Adesso la scuola italiana non prepara a questo. Noi vogliamo una scuola che abbia un contatto con il sistema produttivo e che prepari davvero i nostri giovani, senza fare a meno della conoscenza e delle materie generali e trasversali. Questa non è svendere la scuola ma migliorarla», ha concluso il sottosegretario al Miur.
Commenti
19:26
Le domande di partecipazione, e relativa documentazione richiesta, dovranno essere presentate entro il 30 settembre 2016
11:34
L’obiettivo raggiunto, dopo aver seguito alcuni corsi importanti su Erasmus plus ed Etwinning, permetterà a 17 docenti dei diversi ordini e al Dirigente scolastico di seguire corsi e aggiornarsi in Europa, diventando insegnanti europei formati nelle tematiche delle nuove tecnologie e dell’inclusione
27/6/2016
Interesse per “Chi ascolta, dimentica; chi vede, ricorda; chi fa impara”, la mostra fotografica organizzata dalla Scuola Media dell´Istituto comprensivo n.3 di Via G.Biasi
© 2000-2016 Mediatica sas