Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariCronacaCronaca › Finti notaio e assistente: denunciati due imbroglioni
M.L.P.C. 11 ottobre 2014
La Polizia smaschera coppia di truffatori a Cagliari: si fingevano notaio e assistente. Dal Consiglio Notarile si avverte di prestare attenzione ad avere a che fare solo con professionisti riconosciuti e conosciuti
Finti notaio e assistente: denunciati due imbroglioni


CAGLIARI - Da mesi ormai avevano organizzato una truffa coi fiocchi: prendevano in affitto per pochi giorni un appartamento in città, in uno stabile dove già ci fosse l’insegna di un vero studio notarile, e accoglievano i poveri malcapitati fingendosi professionisti del mestiere.
Uno si spacciava per il notaio Enrico Floris, fingendosi oltretutto fratello dell’ex sindaco di Cagliari Emilio, e l’altro il suo assistente.
Pare che proprio dal finto assistente, nella realtà Matteo Patteri, 27enne di Quartu e già conosciuto alle forze dell’ordine per un’altra truffa, sia partita l’idea del grande bluff.

Il finto notaio invece è un disoccupato di Dolianova che, indossate le vesti del professionista, si è prestato alla truffa. Da agosto erano tenuti sott’occhio perché il Consiglio Notarile li aveva segnalati alla Polizia: due le truffe riuscite finora accertate. Il modus operandi era sempre lo stesso: una volta preso appuntamento nell’appartamento e illustrati i vantaggiosi affari immobiliari andavano a visionare i terreni da acquistare (ovviamente non di loro proprietà). Poi incassavano il prezzo pattuito e la parcella e rilasciavano falsa ricevuta firmata e timbrata dando persino un altro appuntamento per il ritiro dell’atto. Solo durante questa seconda visita i malcapitati si rendevano conto che in quello stabile il notaio Enrico Floris non c’era mai stato.

Dal Consiglio Notarile si avverte di prestare attenzione ad avere a che fare solo con professionisti riconosciuti e conosciuti: in caso contrario accertarsi sempre che siano regolarmente iscritti all’Albo.
Commenti
20/8/2017
Un 66enne cagliaritano, che era uscito in permesso premio lunedì, rientrando nel carcere di Uta è stato accompagnato nell´ospedale cittadino per dei controlli. All´interno dello stomaco aveva sette ovuli, per un totale di 155grammi tra marijuana, eroina e cocaina
18/8/2017
Si è conclusa l’attività coordinata dal Servizio centrale operativo della Direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato ed intrapresa dalle Squadre mobili di diciassette province nel territorio nazionale, contro lo spaccio di droga nei luoghi di aggregazione giovanile
© 2000-2017 Mediatica sas