Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariEconomiaLavoro › Akhela: sciopero e presidi a Sarroch e Milano
M.L.P.C. 14 ottobre 2014
I lavoratori a rischio della ditta Akhela martedì protesteranno a Sarroch e a Milano
Akhela: sciopero e presidi a Sarroch e Milano


SARROCH - Nuove proteste e scioperi previsti per martedì: 8 ore di stop per i lavoratori a rischio della ditta Akhela che hanno programmato presidi a Milano e alla Saras di Sarroch. I sindacati Fiom Cgil e la RSU Akhela continuano a opporsi alle decisioni prese dall’alto da Solgenia che, sottolineano nel comunicato stampa «non ha ancora presentato un piano industriale che giustifichi gli esuberi e che indichi le intenzioni per il futuro di Akhela, e che i numeri di fatturato e dipendenti in forza negli ultimi anni sono crollati a partire dalla data di acquisizione di Akhela, nel 2012».

«La causa dei problemi aziendali, come sappiamo, non è direttamente correlabile alla crisi che sta colpendo l'economia mondiale - hanno sottolineato i sindacati - ma va ricercata nell'incapacità storica del management, accentuata dalla mancanza di visione strategica della nuova proprietà. Per questo mercoledì 15 ottobre saremo di nuovo in sciopero per 8 ore, per chiedere a Saras e ai Moratti di intervenire con forza per bloccare lo scempio che si sta attuando su Akhela e, di riflesso, sul territorio sardo».

Nella foto: lo sciopero dei lavoratori davanti alla Camera di Commercio
Commenti
19/6/2018
Il bando è stato presentato nella sede del Consorzio universitario. «Strumento efficace, che in Sardegna si affianca ad altre iniziative», sottolinea il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru
19/6/2018
Venerdì è in programma ad Alghero la verifica per cinque marittimi disponibili all´imbarco sulle unità di traffico passeggeri “Freccia delle grotte”, “Neptunus I”, Nike”, “Punta Giglio” e “Delphinus”
18/6/2018
Le associazioni ambientaliste Gruppo intervento giuridico, Italia nostra, Lipu e Wwf chiedono alla Regione autonoma della Sardegna che venga destinato il 10percento dei contributi pubblici elargiti al Rally Italia Sardegna per creare duraturi posti di lavoro nel settore verde dell´Isola
© 2000-2018 Mediatica sas