Cagliari Oggi
Notizie    Video   
NOTIZIE
Cagliari Oggi su YouTube Cagliari Oggi su Facebook Cagliari Oggi su Twitter Alguer.cat
Cagliari OgginotiziecagliariPoliticaEconomia › «Renzi prodigo con Roma e Milano, ma avaro con la Sardegna»
S.I. 16 ottobre 2014
Intervento di Ugo Cappellacci, consigliere di Forza Italia e già presidente della Regione denuncia le scelte operate dall’esecutivo guidato da Matteo Renzi nella legge di stabilità
«Renzi prodigo con Roma e Milano, ma avaro con la Sardegna»


CAGLIARI - «La condizione di insularità è l’unico vero costo extra, fondato su motivi oggettivi e che certamente non sono una scelta, ma il Governo continua ad ignorarla». Così Ugo Cappellacci, consigliere di Forza Italia e già presidente della Regione denuncia le scelte operate dall’esecutivo guidato da Matteo Renzi nella legge di stabilità.

«Per il Governo invece gli extracosti sono quelli di Roma Capitale, causati da politiche dissipatorie, e quelli per l’Expo’ di Milano: così elargisce 110 milioni alla prima e 40 alla seconda, che vanno ad aggiungersi alle altre risorse stanziate in precedenza. Mentre è prodigo con aree del Paese che forse sono numericamente più forti in Parlamento, il Consiglio dei Ministri invece continua ad essere avaro verso la nostra terra».

«Come già abbiamo fatto in passato, sosteniamo la necessità di un effettivo riconoscimento dell’insularità, dal quale derivino ricadute in termini di scelte politiche e risorse che tendano a compensare gli svantaggi derivanti dal fatto di essere circondati dal mare. Non chiediamo nient’ altro – osserva Cappellacci- che la possibilità di competere a pari condizione con altri territori. E’ inaccettabile – ha concluso il forzista- che i tagli alla Sardegna siano utilizzati per aumentare le risorse destinate ad altre Regioni e ad altri Comuni, con un Governo che fa figli e figliastri».
Commenti
13:04
Il consigliere comunale di Autonomia popolare, Alessandro Carta in seguito all’evolversi degli eventi che investono il futuro della termocentrale di Fiumesanto sollecita l´amministrazione comunale per un confronto con Eph
21/5/2016
Ep rinuncia ad investire sul quinto gruppo a carbone presso la centrale di Fiumesanto. La decisione della Società italiana del Gruppo energetico ceco Eph era nell’aria e certamente non ha sorpreso neppure i sindacati
21:17
«Per quanto riguarda la situazione di Porto Torres – ha detto - abbiamo rendicontato ciò che stiamo facendo sulla Chimica verde, in cui crediamo moltissimo come volano di sviluppo per il territorio»
© 2000-2016 Mediatica sas